Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 25 Novembre 2017 - Aggiornato alle 23:34 - Utenti collegati 517
Dove sei: Prima pagina > Cultura Biblica > EDITORIALE




 
 
 
 
 

 PROGETTO LAICO
DI

CULTURA BIBLICA

 
EDITORIALE
 
 
Il progetto laico di cultura biblica, pubblicato sul Corriere di Ragusa on line,mira a coinvolgere il lettore in un articolato progetto formativo di cultura biblica, accompagnandolo gradualmente in un percorso personale di scoperta dei valori di senso della vita e di conoscenza dei valori spirituali e religiosi che scaturiscono dalla lettura del testo biblico e permeanti l’esistenza umana.
 
La ricchezza del messaggio biblico, è tale che può manifestare la sua forza spirituale solo quando lo si mette in rapporto con i nuovi orientamenti culturali che via via si manifestano e maturano nella storia della comunità umana, e non solo all’interno della chiesa.
 
Il piano dell’opera, rivolto a credenti e a non credenti, è avulso da qualsiasi schema d’insegnamento convenzionale della chiesa cattolica. Non si prefigge scopi esegetici o di ricerca scientifica in campo religioso, si muove essenzialmente con finalità catechetiche e pastorali, con l’intento di proiettare la cultura biblica nella società attuale e promuovere un riavvicinamento tra fede e cultura, quale elemento indispensabile per comprendere il ruolo educativo svolto dalla religione nell’interpretare valori ed esperienza della vita.
 
Il curatore auspica che i temi biblici divulgati attraverso le pagine del Corriere di Ragusa possano giungere alle persone più lontane, nella speranza di suscitare una risposta al messaggio che Dio rivolge all’umanità attraverso la sua Parola.
Adottando una terminologia semplice e un linguaggio scevro da dogmatismi o da astrattismi, si muove nella convinzione di far conoscere l’universalità dei valori religiosi e i principi morali trasmessi dalla Bibbia, ritenendoli fonte di stimolo e motivo di confronto per la crescita dei valori dell’attuale società, come risposta al bisogno di spiritualità dei tempi moderni, nel contesto dell’evoluta consapevolezza dell’uomo contemporaneo.
 
Per ulteriori approfondimenti delle tematiche oggetto di trattazione sul Corriere di Ragusa on line, e partecipare al forum sul dibattito interculturale e interreligioso odierno, il curatore invita il lettore a visitare il sito internet di formazione biblica on line: www.carusoantonio.it
                                                  

 

 

PISTE DI RIFLESSIONE

 

 

 

 

I processi di secolarizzazione e di globalizzazione in atto hanno causato nel nostro tempo una caduta verticale dei valori religiosi della vita.
 
La società moderna, attraversata da forti mutamenti socio, culturali, politici e religiosi, animata da un ritmo di vita frenetico, dominata da una mentalità tendenzialmente portata a razionalizzare e ad interpretare i bisogni di conoscenza del proprio vivere quotidiano dandone essenzialmente una valutazione fondata su criteri di logica consequenziale, tende ad espellere dalla coscienza dell’uomo i valori di senso della vita.
 
La mentalità corrente molto spesso è asservita ai fini egoistici e al tornaconto personale. Lo scopo della vita è rivolto essenzialmente ad acquisire potere in funzione del benessere personale, a tutela del proprio individualismo, al di fuori dell’altro o perfino contro l’altro.
 
La cultura odierna, tendenzialmente laicista e laicizzata, è ben lontana dalla concezione biblica che è volta a ricercare il valore di senso del mondo e della vita in funzione dell’uomo. Il rispetto della vita, la responsabilità morale nell’esercizio della libertà, la ricerca del bene comune, sono principi universali proclamati dalla Bibbia che dovrebbero impegnare tutti gli uomini appartenenti a qualsiasi ideologia o credo.
 
E’ diventato difficile stabilire i confini tra il bene e il male senza inciampare in malintesi e in forti incomprensioni su diversi temi morali, con il rischio di affidare le proprie scelte di vita alle emozioni e ai miti occulti che serpeggiano nella nostra società.
 
Nel contesto di una società multimediale, contraddistinta da un vorticoso susseguirsi di immagini e di informazioni che subdolamente spingono l’uomo a modelli di vita improntati all’apparire e all’avere a scapito dell’essere, è doveroso impegnarsi in un “rinnovamento culturale” volto a valorizzare il ruolo educativo della religione nell’interpretare l’esperienza umana della vita.
 
È bene concedersi una pausa di riflessione per interrogarsi sulle ragioni ultime dell’esistenza: chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo!



Notizia letta: 4544 volte
 
Commenta la notizia
 
 0 commenti