Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 19 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:33 - Utenti collegati 669
Dove sei: Prima pagina > Cultura Biblica > GENESI INTRODUZIONE




 
GENESI
 
Tutte le religioni sono alla ricerca di una risposta sugli enigmi della condizione umana: l’origine del mondo e degli esseri viventi, il senso dell’esistenza dell’uomo.
E’ innegabile che la visione biblico-cristiana sul mistero della creazione, nell’esprimere una straordinaria ricchezza spirituale, abbia avuto una rilevante incidenza nella formazione morale e culturale d´interi popoli per oltre venti secoli.
 
 
INTRODUZIONE
 

 

Per tanto tempo nel primo libro della Bibbia, la Genesi, erroneamente si è visto l’inizio della storia umana, in senso storico ed effettivo. In realtà, considerando la visione mitologica che caratterizza il racconto della creazione, prima di affrontare la lettura dobbiamo chiederci innanzitutto quali “finalità” si pone il libro della Genesi. Visto attraverso questa angolatura il testo non si considera più come una narrazione oggettiva di fatti, ma come una presentazione di determinati ‘valori’ e  ‘insegnamenti’ d’incredibile attualità, proiettati nel futuro dell’uomo.
Genesi, più che descrivere un processo storico o un evento scientifico, traccia la visione dell’uomo di ogni tempo, usando una forma di linguaggio aneddotico e mitologico che risente chiaramente della cultura mesopotamica del tempo. Alcuni di questi episodi emblematici vengono rielaborati dall’autore biblico mettendo al centro il proprio Dio, Javhè, di fronte al quale il popolo d’Israele si sente responsabile nelle sue scelte di carattere morale. 



Notizia letta: 877 volte
 
Commenta la notizia
 
 0 commenti