Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 11:27 - Utenti collegati 735
Dove sei: Prima pagina > Cultura Biblica > Le nuove frontiere della scienza e della biologia ... Continua




Le nuove frontiere della scienza e della biologia - 4

 

LE NUOVE BIOTECNOLOGIE

L’uso di nuove biotecnologie, applicate nel campo dell’agricoltura, della zootecnia e della medicina, suscitano analoghe inquietudini, perché presto potrebbero divenire necessità vitali non appena incorporate nel regime socio-economico delle abitudini e dei bisogni. Bisogna stare in guardia dal liquidare semplicisticamente, definendo «paure irrazionali» o «ostacoli» al progresso della scienza, motivate preoccupazioni nutrite su un uso liberale e liberalizzato delle tecniche biomolecolari d´ingegneria genetica, applicate sia in campo animale che vegetale.

La liceità dell’uso di biotecnologie è legata alla valutazione delle possibili conseguenze in termini di rischio a carico degli organismi viventi a breve termine e alle possibili ripercussioni di impatto ambientale a lungo termine. Per questo è necessario soppesare attentamente la reale utilità, le potenzialità e i vantaggi connessi all’uso delle tecniche biogenetiche.

Fuor di dubbio sono da condannare, sia sul piano etico che sul piano scientifico, l’uso delle tecniche di laboratorio d´ingegneria genetica indirizzate alla «clonazione riproduttiva», cioè in grado di creare artificialmente in provetta, al di fuori quindi di un processo naturale, un essere vivente geneticamente identico ad un altro. Ciò sovvertirebbe il principio biologico universale di identità, di unicità e di irripetibilità degli esseri viventi.



Notizia letta: 1830 volte
 
Commenta la notizia
 
 0 commenti