Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 25 Novembre 2017 - Aggiornato alle 23:34 - Utenti collegati 530
Dove sei: Prima pagina > Cultura Biblica > I Vangeli Apocrifi - 1 parte




 

 

 

 

- INTRODUZIONE -
 
Non conoscere i vangeli apocrifi rappresenta una grave lacuna per ogni persona che si identifica come credente nella fede in Gesù Cristo. Per il cristiano è necessario conoscere, almeno nelle linee generali, i testi ritenuti “apocrifi” dalla Chiesa, perché la disinformazione può portare a dover subire o accettare acriticamente inesattezze (a volte anche bugie!) da parte di ambienti laici avversi al cattolicesimo. Nel passato la Chiesa, per motivi ideologici o per paura di confrontarsi, ha ignorato i vangeli apocrifi. Ancor oggi se ne parla poco o nulla, soltanto in specifici corsi di formazione biblica. Noi riteniamo che la conoscenza dei vangeli apocrifi rappresenti una risorsa per il credente, non solo per ovvi motivi di cultura religiosa ma, soprattutto, per capire meglio e apprezzare in tutto il suo valore religioso l’autenticità del messaggio spirituale trasmesso dalla Bibbia.
I “VANGELI APOCRIFI” riflettono divergenze dottrinali nell’insegnamento della Chiesa delle origini, esprimono un movimento ideologico-religioso attraverso il quale emerge una figura tendenzialmente umanizzata di Gesù, un maestro sapiente che elargisce “la conoscenza”, in evidente contrapposizione con i cosiddetti “VANGELI CANONICI” di Marco, Matteo, Luca e Giovanni. Gesù nei Vangeli Apocrifi non appare come la vittima sacrificale che muore sulla croce con finalità redentive, per espiare i peccati del mondo, né come il Figlio di Dio inviato sulla terra per portare l’annuncio della ‘Buona Novella’ del Regno di Dio. I Vangeli Apocrifi, infatti, tendono generalmente a rappresentarci l’uomo-Gesù alla pari di un maestro, modello di sapienza, esempio di purezza e rigore morale. Alcuni Vangeli Apocrifi paragonano l’immagine di Gesù a quella di un mago; addirittura i vangeli gnostici, nel rigettare la sua figura divina, propongono un Gesù in chiave esoterica. La difficoltà maggiore nell’accettare come storicamente validi i Vangeli Apocrifi risiede nella narrazione spesso romanzesca delle vicende, che sovente si adattava alle esigenze dei vari autori o al contesto in cui cercavano di diffonderli. I Vangeli Apocrifi, probabilmente, con l’intento di colmare una lacuna narrativa lasciata dai vangeli canonici, riportano nuovi aspetti biografici della vita di Gesù ma, alla fine, sfociano in scritti di dubbia autenticità, alquanto diversificati e contraddittori sia sul piano umano che sul piano spirituale, poco o nulla coerenti sul piano dottrinale e teologico.



Notizia letta: 810 volte
 
Commenta la notizia
 
 0 commenti