Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1162
VITTORIA - 26/05/2010
Sport - Calcio Eccellenza: sono ancora parecchi i nodi da sciogliere e regna l’incertezza

Calcio: il futuro del Vittoria, La Mattina smentisce sé stesso

Nei prossimi giorni potrebbero annunciarsi parecchie novità

Archiviare la deludente stagione appena conclusa rimane ancora difficile per il Vittoria. Tornare a parlare delle reciproche responsabilità all’interno della dirigenza sarebbe retorico; ma quello che oggi ci si chiede è che fine abbia fatto la stessa società biancorossa. Ammutolita nel silenzio più totale, nemmeno più interrotta dalle solite «fuori uscite» del suo diggì (ex o dimissionario cambia poco nella sostanza) Claudio La Mattina. Ci si chiede anche che fine abbia fatto proprio il direttore generale dei biancorossi, onnipresente anche da «ex» o per l’appunto «dimissionario», fino a qualche settimana fa. Silenzio.

Come anticipato nelle settimane scorsa, qualora il presidente Angelo Licitra decidesse di rimanere alla guida del Vittoria calcio, di primaria urgenza sarebbe la decisione di riconfermare uno tra Massimo Parisi o Claudio La Mattina. Ma non è altrettanto esclusa l’ipotesi remota che potrebbe portare lo stesso La Mattina alla presidenza. Lo scriviamo e lo riconfermiamo per ricordarlo anche al diretto interessato che al telefono, personalmente, nei giorni scorsi lo aveva pure accennato: "Se tutti decidono di andare via- aveva detto La Mattina - compreso il presidente Licitra, potrei, a certe condizioni, prendere il timone della società".

Parole tanto acclamate, quanto mai smentite poco dopo dallo stesso La Mattina: "Mai detto di voler acquistare il titolo del Vittoria, con Licitra e Parisi ho un ottimo rapporto". Come mai tirarsi indietro in questo modo, e soprattutto perché? Quanto valgono le parole di La Mattina? Aveva dato anche un ultimatum a Licitra, invogliandolo a scegliere tra lui o Parisi; quando sono nati questi buoni rapporti col direttore sportivo del Vittoria?

Soffermiamoci ora sull’altro lato della medaglia. Quanto sarebbe opportuno riconfermare il diggì biancorosso? La stessa persona che in una intervista recente aveva rilasciato (è possibile che si smentisca da solo anche stavolta) che in caso di sua riconferma tutti i giocatori della vecchia stagione sarebbero stati richiamati; e quindi, dal deludente Correnti (paragonato dallo stesso La Mattina in estate come il «Cannavaro» del Vittoria. Mai paragone fu più azzeccato) al solito Cassia.

Angelo Licitra, insomma, prima di prendere questa tanto attesa decisione sul futuro del Vittoria (speriamo non lo dimentichi) queste cose dovrebbe prenderle seriamente in considerazione. Torniamo all’attualità. In questi giorni pare ci siano stati alcuni avvicinamenti tra Salvatore Barravecchia e lo stesso presidente del Vittoria. Il dirigente del Real Vittoria Colonna (società di I Categoria) sembra fortemente interessato a prelevare il titolo di Eccellenza, ma per il momento tutto rimane fermo. Nei prossimi giorni potrebbero annunciarsi parecchie novità.