Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 18 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 10:34 - Lettori online 778
VITTORIA - 27/05/2017
Sport - Calcio, Promozione: il bilancio del presidente Alessio Clemenza a fine campionato

Vittoria con 2 certezze: Guzzardi in panchina, Pluchino ds

Confermato il gruppo dirigente che da due anni lavora al nuovo progetto Foto Corrierediragusa.it

Non è stato un bel finale di stagione. A quasi un mese di distanza dall’ultima gara giocata in casa del Megara Augusta, il Vittoria calcio del presidente Alessio Clemenza torna a parlare facendo un piccolo bilancio di quella che è stata la prima esperienza nel campionato calcistico di Promozione. Certo si poteva fare di più, perché al di là di una salvezza matematica conquistata dai biancorossi già nel girone di andata (alla terz’ultima sarebbero bastati 20 punti per mantenere la categoria a dimostrazione di un livello tecnico del girone assai imbarazzante) non è stata data continuità di risultati nell’ultima parte del girone di ritorno.

Le otto sconfitte di fila hanno macchiato in maniera evidente una stagione cominciata nel migliore dei modi ma terminata al tempo stesso troppo presto e quando nessuno se lo aspettava. Ad ogni modo, cogliendo l’aspetto del bicchiere mezzo pieno, ciò che si salva dell’intera annata non è soltanto la permanenza all’interno della categoria per la prossima stagione ma anche e soprattutto la serenità societaria presente attorno alla squadra dall’inizio fino alla fine della stagione. Un resoconto positivo dal quale ripartire in chiave futura nella speranza concreta che nuovi sostenitori, seri e credibili, si facciano avanti con la convinzione di aiutare e far crescere economicamente la società. Altrimenti il copione potrebbe ripetersi.

"Purtroppo – dichiara il dirigente del Vittoria Salvo Iapichino – non abbiamo chiuso il campionato come speravamo. Anche se se la salvezza è stata centrata con largo anticipo, siamo rimasti felici a metà. Insieme a tutti i componenti della società ci aspettavamo molto di più, specialmente dagli atleti di maggiore esperienza, ma evidentemente ci siamo sbagliati e ne prendiamo atto per il futuro. Quando le cose non vanno per il verso giusto anche la società risponde delle proprie colpe, e noi come dirigenza non ci sottraiamo alle dovute responsabilità. Tutto quanto ci servirà per fare ancora meglio l’anno prossimo". Dunque pensare al domani partendo dalle certezze odierne. Su tutte la riconferma dello staff tecnico e societario: "Ripartiamo da Clemenza, Domicolo, il tecnico Guzzardi (foto) e Siciliano –afferma Iapichino- con l’innesto a tempo pieno del nuovo direttore sportivo Franco Pluchino. La sua esperienza contribuirà a dare una mano in più alla società e alla squadra. Poi il settore giovanile, con i nostri giovani riconfermati e al centro dell’attenzione".

Ma sul tavolo degli appuntamenti c’è da risolvere pure la questione relativa alla gestione dello stadio «G.Cosimo» giunta ormai alla scadenza il prossimo 30 giugno. Ma sul tema dell’impianto sportivo, di proprietà del Comune, andrebbe aperto un capitolo a parte data la cronica problematica del manto erboso ormai del tutto fatiscente.