Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:38 - Lettori online 1056
VITTORIA - 31/03/2017
Sport - Calcio, Promozione: i biancorossi reduci da ben 5 sconfitte consecutive, ma salvezza assicurata

Vittoria in discesa libera ma a Ragusa vuole fare risultato

Il tecnico Michele Guzzardi chiede una prova di orgoglio alla squadra Foto Corrierediragusa.it

Vittoria in crisi di risultati. Presa visione della salvezza matematica, nelle ultime cinque giornate di campionato (incluso il recupero con il S.Croce) sono arrivate cinque sconfitte – l’ultima della serie domenica scorsa 3-0 a Licodia Eubea – e ad essere pienamente sinceri, nessuno si sarebbe aspetto un finale così deludente da parte dei biancorossi. Più che altro per gli stessi giocatori, tanto bravi nel girone d’andata (nel mirino i playoff) quanto anarchici e lontano dagli schemi nella seconda parte di stagione. Se il raggiungimento della salvezza non è mai stato messo in discussione, viceversa è mancata quella costanza di rendimento una volta raggiunto l’obiettivo. Un vero peccato considerando quanto di buono fatto dalla squadra fino a qualche mese fa.

Michele Guzzardi, allenatore del Vittoria, non si sottrae all’analisi critica del momento, e seppur ammettendo colpe e responsabilità, non le manda a dire anche nei confronti della classe arbitrale, determinante, secondo l’allenatore, di scelte e atteggiamenti discutibili all’indirizzo dei suoi: "Non mi nascondo – dice il tecnico – indubbiamente mi sarei aspettato da parte dei miei giocatori un senso di maturità diverso rispetto a quello dimostrato nell’ultimo periodo. Gli allenamenti non sono stati sempre regolari, e dopo la salvezza la tensione si è abbassata. Purtroppo il mancato ingresso in società da parte di alcuni imprenditori che si erano fatti avanti – chiarisce il tecnico - ha influito anche e soprattutto sul versante economico. E a risentirne siamo stati tutti, sia staff che giocatori. Ecco perché non posso colpevolizzare in toto la mia squadra. Infine, con altrettanto dispiacere, ho notato un accanimento particolare da parte degli arbitri nei nostri confronti. Non mi spiego com’è possibile che in occasioni di partite contro squadre di Catania, siano stati designati arbitri della stessa città. Credo che per vincere, squadre come Atletico Catania o Trecastagni, non avessero certo bisogno di episodi arbitrali evidenti e a nostro sfavore. Faccio persino fatica a fare la conta di rigori ed espulsioni subite nelle ultime cinque partite. Ma pensiamo avanti comunque, con la certezza di chiudere con qualche altra vittoria questo campionato. Domenica andiamo a Ragusa con tutta l’intenzione di riscattarci e ripetere la bella prestazione dell’andata (1-0 Vittoria). Anche se la classifica è distante – continua Guzzardi – non ci impedirà di dimostrare il meglio durante il derby".