Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 18 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 0:22 - Lettori online 445
VITTORIA - 05/03/2017
Sport - Calcio, Promozione: i biancorossi pagano a caro prezzo l’espulsione di Patti a inizio ripresa

Vittoria spreca troppo, Atletico Catania non perdona

I due gol del successo a 8’ dalla fine, Giorgio Corona guida la riscossa etnea Foto Corrierediragusa.it

Vittoria-Atletico Catania:0-2
Marcatori: 36’st Di Maggio, 39’st Corona (rig.)

Vittoria: Riggio, Di Gregorio, Di Pasquale, Pa Sang (41’pt Palacino) Rotondo, Citronella, Cosentino, Gurrieri (14’st Patti) Pellegrin (23’st La Vigna) Leone, Bruno. All. Guzzardi

Atletico Catania: Tabascio, Vaccaro, Stancapiano, Cordova, Fascetto, Semprevivo, Spitaleri (25’st Di Maggio) Santanna, Corona (40’st Bonnici) Sottile (30’st Di Santo) Copia. All: Proto

Arbitro: Grasso di Acireale
Note: espulsi Patti e Signorelli (dalla panchina) per reciproche scorrettezze


Un Vittoria sprecone nel primo tempo (3 palle gol nitide fallite una dopo l’altra) concede i 3 punti nella ripresa all’Atletico Catania. A dargli una mano ci pensa però il neo entrato Patti nel secondo tempo, quando dopo appena 6’ dal suo ingresso in campo si fa espellere dall’arbitro insieme a Signorelli dell’Atletico (ma l’etneo stava in panchina) per reciproche scorrettezze. Ingenuità che il Vittoria paga a caro prezzo da lì a poco subendo in inferiorità numerica prima la rete di Di Maggio (che segna a quattro minuti dall’80’ su una palla respinta dalla traversa) e in seguito quella di Giorgio Corona (foto) su rigore, che a 41 anni mostra ancora un’esperienza da vendere nonché figlia di una carriera raggiante vissuta pure in serie A con il suo Catania (31 presenze e 7 gol nella stagione 2006/07).

Il Vittoria ha avuto la colpa di sbagliare l’impossibile nel primo quarto d’ora di gioco, gettando al vento 3 occasioni limpide. Clamorosa la prima, con Pellegrin e Leone che a porta vuota si «pestano» i piedi perdendo l’attimo giusto per calciare in rete a un metro dalla linea di porta. Poco dopo sempre Pellegrin, servito in verticale da un Cosentino, spreca in malo modo solo davanti a Tabascio. Mentre al 15’ è Bruno a sparare alto da ottima posizione. Il Vittoria domina ma sono troppi gli errori sotto porta contro una squadra che lotta ancora per il salto di promozione come l’Atletico. E così nella ripresa gli ospiti salgono in cattedra creando occasioni importanti, e dopo l’espulsione di Patti la strada per gli etnei si mette tutta in discesa. Termina 2-0 per l’Atletico.