Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 22 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 21:38 - Lettori online 496
VITTORIA - 22/01/2017
Sport - Calcio, Promozione: sterilità dei biancorossi in avanti, gli ospiti colpiscono anche due legni

Vittoria, con le Aquile Calatine la mazzata arriva nel finale

Nobile castiga i vittoriesi allo scadere su azione di calcio d’angolo Foto Corrierediragusa.it

Vittoria-Aquile Calatine:0-1
Marcatore: Nobile al 45´st

Vittoria: Marino, Cassarino, Nei, Iapichino (16’st Di Gregorio) Rotondo, Citronella, Di Pasquale, Gurrieri, Pellegrin (33’st La Raffa) Leone, Pa Sang (1’st Bruno) All: Guzzardi

Aquile Calatine: Polessi, Wolly, Bartolucci, Lupica, Buttiglieri, Genovese, Giaquinta (34’st Lanza) Susso, Nobile, Ruscica, Altamore (31’st Parisi). All: Buoncompagni

Arbitro: Martorana di Enna (Campanella e Pedalino di Agrigento)


Le Aquile Calatine non smettono di crederci un istante e grazie alla caparbietà dell’attaccante Nobile trovano il gol vittoria nei minuti finali di partita. In un rettangolo di gioco ridotto all’osso dalle avverse condizioni climatiche di questi giorni, sono gli uomini di Buoncompagni a trovare la gioia dei tre punti e a rispedire con i piedi per terra un Vittoria irriconoscibile. I padroni di casa – che rispetto ai calatini disponevano di un turno di riposo in più per non aver giocato sette giorni fa contro l’Adrano radiato – oltre a dimostrarsi abulici in fase offensiva (Pellegrin, Leone e Bruno non collezionano nemmeno un tiro in porta nei 90’) si rendono vulnerabili anche in difesa, subendo due legni oltre al gol della sconfitta. Per la squadra di Guzzardi una battuta d’arresto dal sapore certamente amaro e che allontana nuovamente i biancorossi dalla griglia playoff.

CRONACA
Nel primo tempo il Vittoria si rende pericoloso nell’unica occasione creata. Al 28’ Gurrieri calcia in porta mirando l’incrocio dei pali su calcio di punizione. La barriera corregge la traiettoria costringendo l’intramontabile Nicola Polessi agli straordinari. A pareggiare il conto dei pericoli nel primo tempo è Altamore per i calatini. Il suo sinistro all’altezza degli undici metri esce di un soffio con Marino immobile. La ripresa è di marca ospite. Marino ci mette del suo rischiando la papera con una presa mal gestita e terminata sulla traversa, poi si riscatta al 65’ salvando il risultato d’istinto su Giaquinta a pochi metri di distanza. Nel finale, con un campo sempre più impraticabile, le Aquile Calatine hanno il merito di non arretrare cercando la via del gol fino agli ultimi scampoli di gara. Prima la traversa e infine il gol dei 3 punti sempre con Nobile decisivo di testa dopo un corner battuto nei minuti di recupero.