Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 0:31 - Lettori online 375
VITTORIA - 30/10/2016
Sport - Calcio, Promozione: dopo 3 sconfitte consecutive i biancorossi si riscattano

Il Vittoria travolge il Mascalucia con 5 gol e risale in classifica

Gli ospiti erano passati in vantaggio ma Leone e compagni hanno subito recuperato Foto Corrierediragusa.it

Vittoria-Mascalucia:5-1
Marcatori:5’pt Costantinopoli; 30’pt Giudice, 39’pt Leone, 24’st Bruno, 39’st Di Pasquale, 42’st Leone (r)

Vittoria: Alabiso, Di Pasquale, Nei (33’st Cassibba) Iapichino, Rotondo, Di Gregorio, Cosentino (40’st Giurdanella) Pa Sang, Giudice (22’st S. Gurrieri) Leone, Bruno. All: Guzzardi

Mascalucia: Spina, Beninvegna, Concorso, Garofalo, Lo Turco, Bonanno, Costantinopoli (28’st Crimaldi) Sorbello, Costanzo (9’st Leanza) Billa (12’st Patti) Cozza. All: Trigomi

ARBITRO: Matarasso di Siracusa


Non aveva altre soluzioni al di fuori dei tre punti il Vittoria tornato al successo interrompendo la striscia negativa di tre sconfitte. Vittima sacrificale il modesto Mascalucia, ultimo in classifica a zero punti e con un profilo tecnico di gran lunga inferiore rispetto a quello dei padroni di casa. Neppure l’apprezzabile impegno, unito alla papera madornale di Alabiso al quinto del primo tempo (liscio su retropassaggio di Rotondo e gol a porta vuota di Costantinopoli) hanno reso possibile un confronto alla pari fra le due compagini siciliane.

Ma in casa biancorossa si tratta di dettagli che poco interessano. L’unica cosa che serviva era vincere per riacquisire morale e soprattutto punti in classifica. Leone, rientrato dopo due turni di squalifica ha contribuito notevolmente al successo, sfornando due assist e realizzando una doppietta. Dopo il gol a freddo di Costantinopoli per gli ospiti, pareggia subito Giudice di testa (traversa insieme a Iapichino qualche minuto prima). Il muro del Mascalucia si scopre di carta, e dopo un paio di folate sulla fascia, Leone (egoista un attimo prima nei confronti di Cosentino non servito a porta vuota) trova la giusta coordinazione per superare il diretto marcatore nel vertice d’area piccola e di insaccare sul secondo palo il suo sinistro a giro.

Incassato il sorpasso prima della pausa, per gli ospiti cala il sipario; Sorbello a inizio ripresa tenta il jolly con una conclusione al volo dalla distanza fuori di poco, ma dopodiché gli etnei non si vedranno più dalle parti di Alabiso. Cosentino e Giudice non inquadrano lo specchio, così a chiudere definitivamente la gara ci pensa ancora Leone in versione assist-man. Al 70´ Cosentino apre la discesa, il numero dieci biancorosso intercetta e a tu per tu con Spina regala a Bruno la gioia del gol servendogli la palla a porta vuota. Il poker giunge in fotocopia. Ma stavolta ad esultare è Di Pasquale. Infine il calcio di rigore che lo stesso Leone si procura e trasforma di potenza sotto la traversa.