Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 734
VITTORIA - 13/10/2016
Sport - Calcio, Promozione: derby delicato per entrambe le squadre, ragusani attardati in classifica

Tra Vittoria e Marina di Ragusa vietato perdere

Il giudice sportivo ha squalificato Gurrieri per 3 giornate e Leone per 2, rientra capitan Citronella Foto Corrierediragusa.it

Il Vittoria si prepara al derby contro il Marina di Ragusa. Si gioca domenica alle 15.30 al "Cosimo" e si attendono spalti gremiti. Il marina di ragusa è in una fase negativa, ha conquistato solo una vittooria ed è reduce dala sconfitta in casa con lo Sporting Eubea. C´è un problema di personalità nella squadra e forse il clima dello spogliatoio non è il più sereno. Il tecnico Gianni Gurrieri ha lavorato più sulla testa dei giocatori che sulle gambe nel corso della settimana ed attende buone notizie dalla prestazione dei suoi.

In casa Vittoria sconfitta con il S. Croce ha lasciato il segno. Dice il ds Salvo Iapichino: «E’ un periodo strano. Siamo punti per episodi negativi e sfortunati. In due partite abbiamo subito 3 gol tutti su calci da fermo e ci abbiamo rimesso almeno 3 punti. Ci abbiamo messo anche del nostro con le espulsioni di Gurrieri e Leone, entrambe ingiustificabili per giocatori di lunga esperienza». Il giudice sportivo ha squalificato Gurrieri per 3 giornate e Leone per 2 ed il tecnico Michele Guzzardi dovrà correre ai ripari per domenica prossima.

Dice ancora Iapichino: «Per fortuna rientrano Salvo Gurrieri e il capitano Citronella. Siamo inoltre attenti a quello che si muove sul mercato per coprire qualche vuoto. Abbiamo una squadra competitiva con tanti giovani, ci manca un pizzico di esperienza. Domenica vogliamo fare un regalo al nostro pubblico che ci segue con passione. Poche squadre possono vantare una media di 500 persone in Promozione».