Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 463
VITTORIA - 03/08/2016
Sport - Calcio: Fabio Citronella, 34 anni, sarà capitano e leader della squadra

Rinnovato Vittoria spera nel ripescaggio in Promozione

Il dirigente Salvo Iapichino: "Lavoriamo con coerenza e serietà" Foto Corrierediragusa.it

Il nuovo Vittoria di Guzzardi mostra un’identità già rinnovata; giocatori del calibro di Citronella insieme a Di Rosa, Leone, Iapichino e Cinnirella aumentano la caratura tecnica di un gruppo già collaudato e ben distribuito tra reparti. Ma per adesso meglio continuare a volare bassi. Prudenza e allo stesso modo coscienza dei propri mezzi sono la migliore arma.

"Ci divertiremo – assicura Fabio Citronella, 34 anni, il calciatore di maggiore esperienza che il diesse Salvo Iapichino è riuscito a riportare a Vittoria – La società di Clemenza mi ha convinto. E insieme a me sono arrivati altri vittoriesi che di calcio ne masticano eccome. Sarà bello ritrovarsi a giocare insieme nel nome di una squadra che nel suo dna ha solo due colori. Il bianco ed il rosso". Il Vittoria dei locali, dei vittoriesi, tutti riuniti sotto la guida tecnica di allenatore che per la prima volta si ritroverà a disputare un campionato di livello competitivo, in una piazza che non perdona sbagli ma che ha capito il momento di rinnovamento iniziato da un paio d’anni.

"Una società che ragiona –specifica il difensore ex Ragusa e Modica– e il campionato di Promozione (in attesa ufficiale di ripescaggio) ben si sposa con l’intero progetto portato avanti dai dirigenti. Rendere più solido un gruppo già coeso e collaudato spetterà a noi nuovi arrivati. Ma non dovremmo incontrare grossi problemi. Ci conosciamo tutti, siamo amici al di fuori del campo e lotteremo per la squadra della nostra città. Il pubblico ci aiuterà. Ne sono convinto. Gli stimoli che sa regalare Vittoria dagli spalti non si trovano ovunque. Lo posso assicurare".

Il patentino di allenatore Fabio Citronella l’ha già preso, perché in futuro l’atleta di Vittoria s’immagina allenatore. "Ma c’è tempo – assicura – sto bene fisicamente ed è sul campo che voglio dimostrare ancora il mio valore. Il mio è un ritorno gradito qui a Vittoria". Sul fronte della programmazione ecco entrare in campo la società. Con il dirigente Salvo Iapichino pronto a lanciare una nuova scommessa: "La nostra forza è sempre stata la coerenza. Con tutti. Giocatori e vari addetti ai lavori. Così, di comune accordo, abbiamo deciso di distribuire ai giocatori l’incasso generale della domenica, ricavato dalla biglietteria. Niente regali o promesse di ingaggi mensili. Ciò che raccoglieremo al botteghino dopo la partita verrà distribuito equamente fra i calciatori. Le promesse ci piace farle con cognizione di causa, in un calcio ormai sempre più in crisi e dove le parole lasciano spesso poco spazio ai fatti. Un piccolo esempio insomma. Condiviso da tutti. Giocatori in primis e dirigenti".