Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 821
VITTORIA - 07/08/2015
Sport - Calcio, Promozione: dopo la retrocessione sul campo arriva l’annuncio definitivo da Palermo

Il Vittoria è stato radiato, una mazzata annunciata dopo la mancata iscrizione

Cancellato tutto, debiti compresi. Ora serve un gruppo dirigente nuovo e motivato per la rinascita. L’amarezza dell’ultimo presidente Salvatore Barravecchia Foto Corrierediragusa.it

Il Vittoria è stato radiato. La società vittoriese è scomparsa dagli organici del Comitato regionale siculo. Dopo otto anni di attività tra Serie D ed Eccellenza è arrivata l´amara fine. Un fallimento totale dopo il disastroso campionato della scorsa stagione conclusasi con la retrocessione. Salvatore Baravecchia si è dimesso e nessuno è riuscito a prenderne il posto. Non è stata versata la quota di iscrizione al campionato ed ecco che è maturata la fine (annunciata) della società biancorossa.

Si azzera dunque tutto, debiti compresi, e si dovrà ripartire daccapo ma servir un gruppo dirigente nuovo nella mentalità e nelle intenzioni. Difficile dire da dove si potrà ripartire, qualcuno spera che ci possa essere uno spazio in Prima Categoria ma sarà arduo perchè attualmente non ci sono neppure le premesse. I tifosi, la stessa città devono fare i conti con l´ennesima mazzata nei confronti del calcio vittoriese dopo la brutta pagina scritta in occasione di Vittoria-Paternò. Non è forse un caso che entrambe le squadre siano state radiate e paghino, oltre il penale, anche in termini sportivi.

Per Salvatore Barravecchia una fine preannunciata, (scongiurata soltanto per qualche attimo durante la trattativa – poi fallita – con il gruppo di Acate interessato in un primo momento all’acquisto della squadra) già scritta da tempo nonché aggravata dagli ultimi fallimenti tecnici registrati sul campo. Di seguito la rottura definitiva con l’Amministrazine Nicosia e i recenti provvedimenti giudiziari emessi dalla Questura in questi giorni (denunce e daspo per la rissa di Vittoria-Paternò) hanno decretato l’abbattimento definitivo. Salvatore Barravecchia, ultimo presidente della società dopo l’avvio di Franco Caruso, Angelo Licitra e Carmelo Vindigni parla degli ultimi momenti prima del verdetto di Lega: "La fine di questa società era stata già scritta da un paio di settimane, ma fino alla fine ho cercato di coinvolgere il Comune per aiutarmi ad iscrivere la squadra. Non ho mai ricevuto risposte. Essendo rimasto totalmente solo nella gestione intera della dirigenza il fallimento è stata la logica conseguenza. Adesso la società è fallita e il Vittoria verrà radiato. E’ un giorno difficile per il calcio vittoriese, ma dopo settimane di silenzio assoluto il tutto è stato impossibile da evitare".