Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 787
VITTORIA - 29/07/2015
Sport - Calcio: scadono i termini per l’iscrizione e nessuno si è fatto avanti

Il Vittoria è vicino alla radiazione, il progetto "Acate" è fallito

il calcio in città potrebbe dunque ripartire l’anno prossimo dalla Prima Categoria o Promozione per mano dell’altra società A.S.D. Calcio Vittoria e del suo presidente Alessio Clemenza Foto Corrierediragusa.it

Arenata la trattativa di cessione del titolo alla cordata di Acate guidata da Giovanni Iacono e Mario Terranova il Vittoria si appresta adesso a vivere le sue ultime ore prima della radiazione. Dopo aver prorogato di un’altra settimana i tempi per le varie iscrizioni ai campionati, domani sarà infatti l’ultimo giorno disponibile per le varie società di iscrivere le squadre ai rispettivi campionati. Dunque per il fallimento del titolo biancorosso sembrerebbe ormai soltanto questione di ore. Un destino preannunciato e che, soltanto in caso di clamorose novità dell’ultima ora, potrebbe mutare scenario. "Ci tengo a ringraziare – ha detto Salvatore Barravecchia – il gruppo di Acate unico vero interessato all’acquisto del titolo sportivo, ma dopo varie valutazioni non è stato possibile concludere ed io non me la sono sentita di cedere la squadra lontano dalla città. Se con il Comune i patti fossero stati rispettati avrei potuto iscrivere regolarmente la squadra e consegnarla a loro stessi. Invece mi hanno negato i contributi, persino quelli dello scorso anno, e adesso il Vittoria si trova ad un passo dalla radiazione".

Chiarite queste ultime dichiarazioni insomma sembra davvero improbabile sperare in una salvezza biancorossa. Oltretutto, subendo la cancellazione dai campionati da parte delle Federazione, il Vittoria avrà gettato in fumo più di 70 mila euro versati proprio nelle casse della Lega tra iscrizioni e versamenti vari negli ultimi anni. "Persino Calogero Giannone – ha continuato Barravecchia – mi ha contattato dalla Lega più volte per far si che il peggio si possa evitare, manifestando intenzione di aspettare qualche giorno in più prima della scadenza ufficiale. In sintesi nessuno vuole la radiazione del Vittoria. Nemmeno in Lega. Ma dato che nulla è cambiato in questo ultimo mese la sorte sembra inesorabile".

Nell’attesa frenetica delle ultime ore legate principalmente alla società A.C.D. Città di Vittoria, il quadro calcistico vittoriese potrebbe dunque ripartire l’anno prossimo dalla Prima Categoria o Promozione per mano dell’altra società A.S.D. Calcio Vittoria e del suo presidente Alessio Clemenza. Ciò che invece sembra scemare del tutto è l’idea di avere in città l’imprenditore originario di Acate Rosario Gallo in forza alla società di Scordia. Forse anche lì, qualcosa potrebbe cominciare a muoversi dal prossimo anno dato l’interesse di un trasferimento del titolo sospettato a più riprese.