Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1196
VITTORIA - 13/04/2015
Sport - Futsal: traguardo raggiunto alla prima stagione di partecipazione

Sporting Vittoria passa a Comiso e conquista la serie A

Grande festa ala PalaDavolos di atlete e dirigenti che centrano la promozione Foto Corrierediragusa.it

Lo Sporting passa a Comiso e conquista la serie A con un turno di anticipo.
Gara difficile sin dai primi minuti, quando nonostante il vantaggio siglato da Maria Carmela Cicero, le biancorosse hanno dovuto patire il ritorno delle atlete locali capaci di assestare tre gol in poco tempo. La fine della prima frazione di gioco è di quelle al cardiopalma a fronte di un Paladavolos agghindato a bolgia. La calma ed il gesso professati da Mr. Assenza, pioniere sul campo di un gruppo di amazzoni, conducono Patrizia Palumbo e compagne a confezionare la rimonta perfetta. 3 a 3 all’intervallo.

Nel secondo tempo è un Vittoria ancor più determinato, ma soprattutto ordinato.
Caratteristiche che alla fine del tempo regolamentare fissano il risultato sul 6 a 5 con poker del bomber biancorosso Catalina Barbu, positiva anche in fase di copertura. Il triplice fischio finale regala un’immensa esplosione di gioia e scrolla di dosso paure ed ansie di un’intera stagione per la cui festa si aspetta l’ultima in casa con l’Atene. Intanto, matematicamente, è già serie A.

A fine gara, la gioia del Presidente Giovanni Di Natale. «Va dato merito al Comiso di aver disputato una gara perfetta. Sono state capaci di metterci in difficoltà. Dimostrazione di come un derby sia sempre un derby. Lo hanno sentito entrambe le formazioni, anche se noi non avevamo altro risultato oltre alla vittoria. Abbiamo messo il sigillo ad una stagione fantastica. Difficile per certi versi, ma che alla fine ci ha consegnato un gruppo coeso e già proiettato alla sua prima esperienza in serie A. Il mio personale ringraziamento va alle ragazze. Eroiche in ogni gara! All’intero gruppo societario, che mi ha accompagnato in questa avventura. Il merito è di tutti!». Stessa gioia per il Direttore Sportivo Luciano Di Vita. «E’ una di quelle gioie che ti lanciano in una spirale di genuina felicità. Abbiamo vinto il campionato e siamo riusciti a raggiungere un così importante obiettivo al primo colpo, senza dimenticare la Coppa Italia. E’ stata una cavalcata esaltante. Il sogno, è diventato realtà».

Per il Direttore Generale, Davide La Rosa, «un’emozione da togliere il fiato». «E’ stata una stagione impegnativa, sotto tanti punti di vista. Siamo stati capaci di superare tante avversità. E’ questa la forza dello sport, ma soprattutto il segnale positivo che volevamo lanciare alla nostra città. La purezza dei nostri colori, il bianco ed il rosso che hanno significato sacrificio, volontà, passione e fair play. Adesso è tempo di festeggiamenti, ma anche di programmazione. Ci aspetta un futuro parecchio impegnativo".