Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 634
VITTORIA - 07/03/2015
Sport - Calcio Eccellenza: biancorossi di nuovo in casa

Il Vittoria contro il San Pio giocherà con un nuovo portiere tra i pali

Si tratta di Giancluca Macari, svincolatosi dal Taormina, che sostituisce il poco esperto Scalogna
Foto CorrierediRagusa.it

Un nuovo portiere per il Vittoria alla vigilia della partita con il San Pio. Il giovane Scalogna , classe ’98, paga la poca esperienza e la società tessera subito dopo la sconfitta con l’Igea Virtus per 1-3 – il portiere Gianluca Macari svincolatosi dal Taormina.

Il nuovo portiere – classe ’83 - giocherà al «G. Cosimo» la prima delle ultime 4 gare in programma. San Pio X avversario di giornata, stessa squadra battuta all’andata in trasferta grazie alla doppietta dell’ex Michele Rametta. Ma il Vittoria di oggi, nemmeno lontano parente di quello del girone d’andata, dovrà costruire i suoi 90’ di gioco attorno all’unico obiettivo rimasto possibile: fare punti per non cadere ancora di più in bassa classifica. «Conquistare – fa sapere il segretario della società Gianni D’Iapico (foto) – dei punti anche con un pareggio sarebbe oro per noi. Il San Pio è un avversario difficile, che lotta a ridosso delle posizioni playoff, e che viene qui a Vittoria per fare punti. Per quanto riguarda invece il Vittoria, sappiamo benissimo che ci si giocherà gran parte della salvezza nelle gare di Paternò in casa e Modica fuori. Giungere all’appuntamento con dei punti in più sarebbe fondamentale. Ci proveremo».

Tra gli ex in campo di oggi ecco rispuntare Nuccio Garufi e Pietro Santonocito su tutti, giocatori che D’Iapico conosce molto bene: «Atleti del passato biancorosso, giocatori di grande esperienza. Conoscono alla perfezione queste categorie e ci sarebbe poco da aggiungere. Ma cercheremo di arginare tutto il San Pio e non solo i singoli. Non ci siamo ancora arresi per la salvezza e con due vittorie potremmo evitare anche i playout. Forse – conclude D’Iapico – tra le tante in zona rossa vedo meglio il Giarre in serie utile da due turni e con un ritrovato Carlo Breve in panca».