Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 747
VITTORIA - 25/02/2015
Sport - Calcio, Eccellenza: il rinvio della gara con l’Igea Virtus costringerà i biancorossi ad un tour de force

Stadio comunale "Cosimo" indecente, per il Vittoria piove sul bagnato

Il terreno di gioco è soltanto un cumulo di fango e disservizi di cui vergognarsi miseramente Foto Corrierediragusa.it

Quando le immagini parlano da sole. Le indecenti condizioni dello stadio «Giombattista Cosimo» (nella foto) hanno costretto domenica scorsa il Vittoria al turno di riposo forzato. Errato pensare anche che ogni responsabilità vada legata alle avverse giornate di vento e pioggia, perché l’impianto interno del vecchio Comunale ha tutto tranne a che vedere ormai con un campo di calcio.

Ogni domenica ce lo rinfacciano allenatori e giocatori di ogni squadra (come dar loro torto) con l’aggravante rischio distorsione inciampando su ognuna delle infinite cunette di sabbia e sterpaglie che spopolano in lungo e largo su tutto il rettangolo di gioco. Se il Comunale di qualche anno fa rappresentava il fiore all’occhiello dell’impiantistica vittoriese (forse il migliore stadio della Provincia) oggi è soltanto un cumulo di fango e disservizi (la caldaia interna getta acqua fredda il più delle volte ad ogni fine partita) di cui vergognarsi miseramente.

Lo stadio che ha ospitato colori di molte squadre nazionali in C1, sempre oggi non sarebbe adatto nemmeno per una partitella amichevole tra ragazzini. Poco cambia, insomma, come per la gran parte delle infrastrutture sportive cittadine rimaste nelle più assolute ed inerti condizioni di sopravvivenza (pista d’atletica «Ciccio Raffa» contrada Monte Calvo ed ex piscina Comunale su tutte). Del nuovo Palazzetto polivalente si parla non da anni ma da secoli, e forse ora – con chissà quali tempi certi– qualcosa comincia a smuoversi.

Nel frattempo il Vittoria ed il suo allenatore Seby Catania continuano ad allenarsi in palestra, sia per un parziale recupero della condizione fisica ma anche e soprattutto a causa della pioggia di questi giorni. La partita non disputata con l’Igea Virtus riempie però di impegni l’agenda biancorossa, perché oltre al già durissimo momento (l’ultimo successo risale allo scorso 7 dicembre Vittoria-Modica 6-1) la squadra di Catania dovrà affrontare le prime due della classifica nell’arco di tre partite.