Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 978
VITTORIA - 22/02/2015
Sport - Calcio Eccellenza: Il maltempo ferma biancorossi e barcellonesi

Campo allagato, l’arbitro decide di non fare giocare Vittoria - Igea Virtus

La terna arbitrale dopo avere effettuato il giro del campo ha deciso per il rinvio
Foto CorrierediRagusa.it

VITTORIA - IGEA VIRTUS (NON DISPUTATA)

VITTORIA: Scalogna, Commendatore, Vittoria, De Guido, De Vito, Aliano, S. Esposito, Crisafulli, Santarpia, V. Esposito, Russo. All: Catania

IGEA VIRTUS: Scibilia, Ravidà, Di Stefano, Lanza, Cardia, Ferrara, Biondo, Carrello, Genovese, Accordino, Isgrò. All: Raffaele.

ARBITRO: Battiato di Acireale.

NOTE: Dopo il consueto giro di campo insieme ai due capitani della squadra, la terna arbitrale decide di non fare disputare l’incontro causa evidente impraticabilità del campo.


La pioggia dei giorni scorsi ha segnato il colpo del definitivo kappao all´impianto comunale del "Giombattista Cosimo" di Vittoria. Un paio di pomeriggi con pioggia battente sono serviti a tal punto da non permettere quasi nemmeno il consueto giro di perlustrazione arbitrale. Le immagini (nella foto) parlano da sole.

Ma il pessimo stato dello stadio ipparino – di recente intitolato alla memoria dello storico presidente Giombattista Cosimo – oltre a versare nelle più squallide circostanze di sempre, rappresenta ogni giorno autentico imbarazzo agli occhi di chi – la domenica – cerca di scendere in campo con l’impavida pretesa di giocare a calcio o di acquistare il biglietto per assistere alla partita. Un deterioramento continuo del manto erboso che ha ridotto l’intero campo ad un ammasso di cunette, sterpaglie e strati di fanghiglia.

Impossibile giocarci anche in estate e con ben più favorevoli temperature. Immaginiamo dopo un solo pomeriggio di pioggia battente. Per Salvatore Barravecchia, presidente del Vittoria calcio, le principali responsabilità sono da attribuire a dei lavori di escavazione effettuati (per conto dell’Ufficio tecnico dell’Amministrazione Comunale di Vittoria) a campionato in corso prima della gara casalinga del girone d’andata con il Taormina. Dunque tutto vecchio, come prima, tant’è che le sorti di questo impianto comunale sembrano ormai non interessare più a nessuno.

E adesso gara da recuperare oltre ai due prossimi impegni di fuoco con Siracusa e Scordia e fuori casa. Ma Barravecchia rilancia il messaggio: "Ci mancano 5-6 punti per conquistare la salvezza matematica. In zona playout le distanze mi sembrano ormai definitive. Noi continuiamo a lavorare pur certi delle proibitive trasferte che ci attendono in casa delle prime due in classifica".