Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 601
VITTORIA - 11/02/2015
Sport - Calcio, Eccellenza: la sconfitta con la Castelbuonese accentua la crisi biancorossa

Vittoria in caduta libera ma determinato ad evitare la zona play out

Presidente e allenatore credono nella salvezza. Domenica sfida delicata in trasferta con il Città di Messina Foto Corrierediragusa.it

Tra le tante difficoltà tecniche che attanagliano il Vittoria di oggi - costretto a ritrovarsi ex-novo nell’arco di pochissimo tempo - perdurano comunque alcuni aspetti positivi captati pure in campo domenica scorsa contro gli ospiti palermitani della Castelbuonese. Grinta e atteggiamento, capacità ben figurate anche in occasione del precedente 0-0 casalingo con il Rosolini. Peccato, purtroppo, che da soli, grinta e buona volontà, a poco bastano per vincere le partite e portarsi a casa punti importanti per la classifica e l´obiettivo biancorosso. Ci vogliono anche degli attaccanti in grado di svolgere a dovere il loro ruolo in piena area di rigore al momento giusto.

E il Vittoria, in questo momento, con tutti i progressi che ha fatto per accorciare vari gap con le altre squadre, non dispone di giocatori con queste precise caratteristiche. La sicurezza del portiere (che sembra crescere di giornata in giornata nonostante Scalogna sia ancora un giovanissimo) e la buona organizzazione della difesa non possono, da soli, tirare avanti l’intera squadra fino al termine di ogni partita. Un po’ l’istantanea dell’ultima partita di campionato con la Castelbuonese: primo tempo retto su tutti i fronti e ultimato a reti bianche senza subire; ripresa a scemare con e sotto di due gol.

"Sapevo cosa ci aspettava contro la Castelbuonese – ha dichiarato in riferimento alla partita di domenica l’allenatore del Vittoria Seby Catania – abbiamo affrontato una squadra molto più collaudata rispetto alla nostra, che invece si trova ancora in fase di amalgama. Io non parlerei di crollo nella ripresa, ma di cedimento a livello tecnico e atletico rispetto agli avversari. Se poi aggiungiamo le pessime condizioni del campo e l’errore difensivo dal quale è scaturito il primo gol, la situazione si è complicata molto. Anche il loro secondo gol secondo me era viziato da fuorigioco. Nonostante tutto, nel primo tempo abbiamo costruito una buona azione da gol con De Vito. Ce la giocheremo fino alla fine, dobbiamo salvarci".