Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 621
VITTORIA - 17/01/2015
Sport - Calcio, Eccellenza: il nuovo tecnico è stato presentato ufficialmente ma poi ha rinunciato

Caos Vittoria: De Leo va via, giocatori in fuga. Chi gioca col Viagrande?

Non tesserabili ancora i giocatori annunciati dal presidente Barravecchia. Disponibili solo 4 atleti Foto Corrierediragusa.it

Lo scenario biancorosso ha sempre di più dell’incredibile. L’ultima in ordine riguarda la rinuncia (non sappiamo se definitiva) di Giovanni De Leo alla panchina del Vittoria. Era previsto per ieri il giorno della sua presentazione ufficiale, ma dopo la prima seduta di allenamento svolta allo stadio, il tecnico originario di Roma - e già ex di Avola e San Sebastiano - sarebbe salito all’interno della propria macchina facendo dritto ritorno a casa. «Senza giocatori non ci sono condizioni per poter allenare» – avrebbe fatto sapere in un secondo momento.

Insomma come non detto. Perché dopo le foto di rito scattate nei giorni scorsi insieme a Salvatore Barravecchia, come testimonia l´immagine con maglia e stretta di mano tra De Leo e il presidente (nella foto) e la convocazione della conferenza stampa di presentazione, tutto è andato in fumo. Cos’altro aggiungere ad una situazione già critica e paralizzata da mesi?

Prima l’addio di 9 giocatori all’alba del mese di novembre, poi le prime incomprensioni con Giovanni Campanella, in seguito la vertenza di Alacqua e infine l’esonero dell’ex tecnico con la scelta dei giocatori di abbandonare squadra e società. Oggi l’uscita di scena di un allenatore prima contattato, ufficializzato in foto e successivamente perso per strada. Al momento, come rende noto Salvatore Barravecchia, il Vittoria è formato da 4 soli giocatori, di cui un portiere, un difensore centrale e due esterni. E l’altra decina da far scendere in campo domenica? Impossibile tesserarli in quanto già vincolati con altre società.

"Non ho potuto far firmare nessuno – ha detto Barravecchia – perché molti dei giocatori che avevo contattato risultavano tesserati. E poi la scelta di De Leo di andarsene dopo l’allenamento. Stiamo continuando a lavorare tanto per far scendere la squadra in campo domenica contro il Viagrande, e se l’accordo con l’allenatore non verrà trovato, ad allenare i ragazzi dalla panchina sarà Alessandro Russo della juniores". Ma c’è una buona notizia: "Ho pagato la seconda rata dell’iscrizione alla Lega – afferma il presidente – da questo punto di vista il Vittoria è ancora salvo e non correrà il rischio della passata stagione. La partecipazione al campionato è messa al sicuro, spero soltanto insieme ai nuovi dirigenti di chiudere il cerchio e completare la rosa il più presto possibile".

Filippo Lembo ed Emanuele Scopazzo (preparatore dei portieri) saranno invece i nuovi collaboratori di Salvatore Barravecchia in questa seconda parte di Eccellenza. Rimane aperta la caccia agli svincolati e soprattutto al nuovo allenatore. Intanto il tempo stringe e domenica al «G. Cosimo» di Vittoria arriva il Viagrande. Anche l’impianto dello stadio piange. Del manto erboso non è rimasto in pratica nulla. Si è tornati quasi alla terra battuta.


il fallimento
17/01/2015 | 12.00.35
franco

il fallimento economico, sociale e sportivo di una città....il fallimento del calcio a Vittoria è l´ennesimo segnale di una città in crisi senza prospettive.....