Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1030
VITTORIA - 05/11/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: oggi si torna in campo sul campo etneo

La sconfitta fa male al Vittoria, riscatto possibile a Viagrande nel recupero

Campanella: "Vogliamo vincere per buttarci alle spalle la sconfitta e tornare in testa alla classifica il prima possibile" Foto Corrierediragusa.it

La prima sconfitta del Vittoria in campionato lascia sicuramente dell’amaro in bocca ma non sminuisce affatto quanto di buono creato fino ad oggi. Ma la battuta d’arresto in casa barcellonese ha inevitabilmente riscritto il vertice più alto della classifica, con i biancorossi adesso in testa a 17 punti insieme a Siracusa (penalizzato di un punto proprio in settimana) Igea Virtus, Milazzo e Catania San pio X. Appena un gradino sotto le prime cinque citate si rivedono invece Castelbuono e Città di Scordia. Si intuisce insomma come la stagione in corso non sia stata in grado di esprimere ancora al cento per cento quella squadra leader capace di prendere in mano le redini del campionato. Otto squadre nell’arco di soli 3 punti (va incluso anche il Modica bloccato sul pari ad Acireale e fermo a 14 lunghezze) non sono altro che la lampante dimostrazione di un girone sempre più competitivo e livellato specialmente verso le posizioni più alte.

"Peccato perché potevamo continuare ad allungare la nostra striscia positiva di risultati – ha spiegato Giovanni Campanella domenica pomeriggio dopo la prima sconfitta della stagione – ma la squadra non ha giocato al meglio durante i 90’ di gioco incassando di conseguenza la sconfitta. Ma non demordiamo – assicura il tecnico - Scenderemo nuovamente in campo per affrontare il Viagrande per il recupero del 5 novembre".

Come dice l’allenatore, a Barcellona non si è visto all’opera il miglior Vittoria delle ultime e recenti giornate, ma è anche vero che le occasioni per pareggiare ed evitare la sconfitta esterna non sono mancate agli uomini di Campanella. Per primo il rigore fallito da Luca Strano nel secondo tempo ed un miracolo del portiere igeano sulla conclusione di Rametta per un soffio vicinissimo al 2-2.

il Vittoria torna dunque in campo oggi a Viagrande per il recupero della quarta giornata di campionato. La partita, ricordiamo con i biancorossi in vantaggio per 1-0 fuori casa (Fichera) venne sospesa durante l’intervallo a causa di uno stiramento muscolare ai danni del direttore di gara. "Una buona occasione – conclude la società – per dimenticare Igea Virtus e tornare al riscatto immediato. Vogliamo vincere per buttarci alle spalle la sconfitta e tornare in testa alla classifica il prima possibile".

E´ successo domenica:
Igea Virtus-Vittoria: 3-1
Marcatori: 27´ pt Genovese, 1´ st Beninati, 34´ st Cocimano, 44´ Carrello

Igea Virtus: Galipò, Benenati, Pandolfo, Carrello, Ravidà, Frassica, Lanza, Accordino, Crifò, Biondo (87´ R. Castagnolo), P. Genovese (79´ Di Salvo) All. Carmelo La Spada.

Vittoria: Di Carlo, Gallipoli, Russo, Di Mauro (48´ Rametta), Nobile (69´ Maimone), Citronella, Fichera, Privitera, Strano, Cocimano, Ferraro. Allenatore Campanella (squalificato)


Il Vittoria perde l´imbattibilità sul campo della Igea Virtus. I padroni di casa non hanno dato scampo ai biancorosssi bucando per ben tre volte una difesa fin qui ermetica. Padroni di casa a gran velocità nel primo tempo, la difesa del Vittoria è in difficoltà anche se Fichera, prima, e Strano, poi, sono stati in ottime condizioni per portare in vantaggio la squadra ospite. Di Carlo in un paio di occasioni fa gli straordinari ed evita che il passivo diventi più pesante. Al 27´ Genovese porta in vantaggio su assist di Biondo e la giornata si fa subito difficile. Nel secondo tempo insistono ancora i giallorossi, sostenuti da un gran pubblico. Beninati al 1´ raddoppia sull´errata uscita del portiere vittoriese. Il Vittoria reagisce. Strano batte un rigore per atterramento di Rametta. Il suo tiro è neutralizzato da Galipò. Il Vittoria non si perde d´animo e trova il gol con Cocimano su distrazione della difesa giallorossa. La partita si riapre e tocca ancora a Di Carlo salvare la porta biancorossa. Al 40´ Rametta ha la grande occasione del pari ma Galipò si supera ancora e para.In contropiede a 1´ dalla fine l´Igea Virtus si porta sul 3-1 e chiude la gara. Vittoria sconfitto ma con l´onore delle armi.