Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 917
VITTORIA - 26/10/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: i biancorossi devono ancora recuperare la partita di Viagrande

Vittoria da urlo, anche il Città di Messina si inchina alla capolista

Nonostante lo svantaggio iniziale la squadra di campanella ha reagito subito ed ha recuperato alla grande con Nobile, Fichera e Cocimano Foto Corrierediragusa.it

Vittoria-Città di Messina:3-1
Marcatori: 15’pt Mastroieni, 18’pt Nobile, 30’st Fichera, 45’st Cocimano

VITTORIA: Di Carlo, Gallipoli, Russo, Privitera, Nobile, Citronella, Fichera, Bevilacqua, Strano (35’st Di Mauro) Cocimano (45’st Patti) Maimone (14’st Rametta). All: Campanella

CITTA’ DI MESSINA: Trovato, Nicolò (34’st La Rocca) Fleri, Giordano (5’st Fragapane) Munafò, Promeo, Cariolo (22’st Cariolo) Costa, Busà, Trovato, Mastroieni. All: D’Andrea

ARBITRO: Di Grazia di Acireale. Ass: Iannello di Enna e Pintus di Caltanissetta.
NOTE: Espulso Bevilacqua


Il Vittoria è solo in testa alla classifica del campionato. Il verdetto più importante della domenica è scritto: tre reti al Città di Messina (nella foto di ZARINO: una fase del match) regalano alla squadra di Campanella la quinta vittoria consecutiva e il primo posto solitario nel girone davanti a Siracusa (fermato sullo 0-0 a Viagrande) e Igea Virtus. L’avvio dei biancorossi in Eccellenza è da urlo: 17 punti in 8 giornate con record d’imbattibilità e una gara in meno da recuperare.

A pagare l’ottimo stato di forma della squadra biancorossa spetta stavolta al Città di Messina, nonostante la buona partita giocata dagli ospiti specialmente nel primo tempo. Al primo vantaggio peloritano (rete di Mastroieni al quarto d’ora) il Vittoria non mostra segnali di cedimento. Anzi. La reazione, segnale imprescindibile per una squadra che si candida a vincere, arriva grazie al gol spettacolare siglato da Massimo Nobile. La sua rovesciata dal limite d’area di rigore è un gesto atletico che lascia l’intero Comunale con il fiato sospeso. La rete all’incrocio dei pali – come sosterrà lo stesso difensore a fine partita – è forse la più bella della sua carriera di calciatore. Ma ecco la cronaca della partita.

Dopo i primi quindici minuti di studio in mezzo al campo (dove sono i biancorossi a rendersi più volte pericolosi) il Città di Messina passa in vantaggio con il gol del veloce Mastroieni. L’attaccante giallorosso è bravo a sfruttare un’indecisione della difesa di casa e a battere Di Carlo dentro area. Ma la reazione al gol subito non si fa attendere, ed il Vittoria, per merito di una splendida giocata di Nobile trova il pareggio poco dopo 2 minuti. Il capitano vittoriese s’inventa un gol strabiliante timbrando l’incrocio dei pali in rovesciata. Al 28’ Fichera potrebbe già chiudere i conti, ma Trovato gli sbarra la porta con un intervento a braccia aperte smanacciando in corner.

Nella ripresa i padroni di casa accelerano il ritmo per giungere alla rete del vantaggio. Strano ci prova un paio di volte di testa che con i piedi, ma non trova lo specchio della porta. Diversamente si ritrova decisivo in versione assist-man servendo a Fichera una palla da appoggiare in rete al 30’ del secondo tempo. Il Messina, già in evidenti difficoltà (i giallorossi recrimineranno per un dubbio gol annullato in fuorigioco sull’1-1) annaspa letteralmente dopo lo svantaggio, e nemmeno in superiorità numerica (espulso Bevilacqua) trova margini di ripresa. Così Cocimano, ancora a segno dopo Castelbuono, chiude in conti servito puntualmente da Fichera al 90’.