Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 365
VITTORIA - 04/10/2014
Sport - Calcio Eccellenza: dopo lo stop di Viagrande biancorossi in casa, non gioca Privitera

Vittoria-Taormina al "Titta Cosimo", lo stadio intitolato al dirigente

Un solo risultato per la formazione di Campanella: il successo in attesa di recuperare Viagrande e disputare il derby di coppa con il Siracusa
Foto CorrierediRagusa.it

Dopo la battuta a vuoto di Viagrande, il Vittoria torna a giocare in casa contro il Taormina. Non più al Comunale, ma al «Titta Cosimo». Così si chiamerà d’ora in poi lo stadio calcistico. Perché l’amministrazione comunale ha intitolato il campo sportivo allo storico dirigente del Vittoria calcio che dagli anni ’50 ha contribuito a dare prestigio ai colori biancorossi alternando periodo favolosi come la conquista della C2 ad altri più grigi.

Contro il Taormina il Vittoria di Giovanni Campanella ha un solo risultato a disposizione: vincere. La squadra deve subito togliersi l’amaro in bocca di Viagrande, quando ha dovuto rinunciare ai 3 punti per un infortunio subito dall’arbitro alla fine del primo tempo. La squadra stava giocando benissimo ed era in vantaggio di uno a zero. Adesso massima concentrazione sul Taormina, perché in attesa del recupero il Vittoria dovrà giocare in Coppa Italiacon il blasonato Siracusa di Peppe Mascare e dell’ex Fabio D’Agosta.

Dice il segretario Gianni D´Iapico: "Giocheremo mercoledì 8 in casa, il 22 gara di ritorno a Siracusa. Ma prima di pensare alla coppa ci attendono 3 partite delicate in campionato. Quella di oggi con il Taormina, la prossima a Rosolini e Castelbuono ancora in casa. Un trittico da non sottovalutare nella maniera più assoluta». Prudenza giustificabile quella evidenziata dal dirigente vittoriese (che tra le partite messe in primo piano teme di più l´ultima in casa con il Castelbuono) dettata da una notevole posta in palio di 9 punti abbordabili: «Bisogna sfruttare le due gare su tre in casa, il Vittoria ha costruito un organico importante e vuole arrivare fino in fondo al proprio obiettivo. Ovviamente c´è grosso rammarico per la gara di Viagrande domenica scorsa. Eravamo certi di portare a casa il risultato e con esso il secondo posto solitario in classifica. Purtroppo non è andata così e adesso la partita potrebbe essere spostata a metà ottobre. Tra campionato, coppa Italia e gare da recuperare il mese in corso si prospetta ricco di impegni. Cercheremo di sfruttare l´occasione a nostro favore rodando il gruppo al massimo».

E a disposizione del tecnico Campanella squadra quasi al completo. Fuori per due turni ancora da scontare soltanto il centrocampista Privitera. L´occasione sarà quella buona per vedere un Vittoria in campo senza particolari defezioni tattiche.