Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 734
VITTORIA - 07/09/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: non ha potuto giocare il nuovo acquisto Gaetano Di Mauro

Buon Vittoria ma le troppe assenze pesano. Acireale indenne al Comunale

Gara priva di occasioni e Di Carlo nel finale salva i biancorossi Foto Corrierediragusa.it

Vittoria - Acireale: 0-0

Vittoria: Di Carlo, Russo (38’st Guglielmino) Maimone, Privitera, Patti, Citronella, Fichera, Iapichino, Rametta, Bevilacqua (12’st La Vigna) Talarico. All. Campanella

Acireale: Linguaglossa, Di Nicolò, Sardo (33’st Cantarena), Truglio, Raneri, Ricca, Godino, Santanna, Martinez, Nicolosi (18’st Barberi) La Piana. All. Ricca.

Arbitro: Figuccia di Marsala


Un inizio confortante. Il Vittoria pareggio 0 – 0 con l’Acireale in casa e colleziona in classifica il suo primo punto al termine della prima giornata di campionato. Promossi i biancorossi di Campanella: il gioco, anche se ancora appesantito da una lunga fase di preparazione estiva, a tratti c’è e si vede. Ma il valore aggiunto legato al pareggio lo rendono paradossalmente le diverse assenze in casa biancorossa, perché senza Nobile, Strano, Cocimano, Di Mauro (ancora a corto di minuti) e Di Rosa (anche lui costretto ai box poco prima della partita per infortunio) il Vittoria supero lo stesso l’esame Acireale determinando impressioni al pari della sufficienza. La curiosità, dunque, è di vedere all’opera il gruppo di Campanella quando l’intero organico sarà completo e senza defezioni. E se lo 0-0 vale positivo, lo si deve in particolare anche a Michele Rametta, finalmente nei panni del puro centravanti capace di far alzare la squadra, giocare di sponda e fare a sportellate con l’intera difesa avversaria (da solo ne fa ammonire 3) senza cadere nel tranello della provocazione. Tant’è che in tribuna fallisce persino il toto-scommesse aperto dai tifosi all’indirizzo di un cartellino nei confronti del giocatore. Stavolta il numero 9 biancorosso lascia tutti a bocca aperta. Niente proteste inutili ed eclatanti, ma «cinque» e strette di mano con il difensore di turno. L’attaccante di cui il Vittoria ha realmente bisogno deve assumere tale profilo. Speriamo dia continuità a queste prime sensazioni. Gli pesa soltanto un gol divorato a due passi dal portiere su assist di Privitera (anch’egli apparso più incisivo rispetto le precedenti apparizioni in biancorosso).

La cronaca della partita non è ricca di particolari azioni. Nel primo tempo il Vittoria padroneggia di più in mezzo al campo e colpisce un palo con Privitera dalla distanza. L´Acireale si limita a contenere senza rischiare molto. Nella ripresa Rametta ci prova prima su punizione (ma è attento Linguagolossa in tuffo) ma sbaglia un gol facile sotto porta poco dopo. Gli ospiti reagiscono verso la fine, quando Martinez all´altezza del dischetto fa tremare il Comunale. Però è Di Carlo del Vittoria a superarsi salvando il risultato. Finisce in parità. Adesso settimana di altro duro lavoro in vista della trasferta delicata a Milazzo.