Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 958
VITTORIA - 26/07/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: ragusano di nascita, ha trascorso una vita giocando nel Ragusa e nello Scicli

Giaquinta team manager del Vittoria. Arrivano Fichera e Di Carlo da S. Cataldo

Niente da fare per Fabio D’Agosta che andrà al Siracusa Foto Corrierediragusa.it

Il team manager del Vittoria calcio, Roberto Giaquinta, (nella foto) ha presentato i temi della stagione agonistica che si apre. Giaquinta, ragusano di nascita che ha trascorso una vita giocando nel Ragusa, nello Scicli e in diverse squadre del nord, vuole che questa avventura biancorossa cominci bene e non naufraghi alla prima mareggiata di stagione. Come successo negli anni passati. «Prendiamo pure gli errori del passato- esordisce- ma per fare in modo che questa volta non si ripetano. Per fare ciò occorre mettere ordine e stabilire delle regole. Cominciando dai rapporti con gli organi di informazione: i punti di riferimento che possono rilasciare dichiarazioni alla stampa sono l’allenatore Giovanni Campanella e il sottoscritto nella qualità di portavoce societario. Chiediamo comprensione all’inizio, fiducia per il bene di questa società in grado di fare buon calcio in una delle migliori piazze calcistiche della provincia».

Il Vittoria che si presenterà al ritiro lunedì prossimo agli ordini di Campanella è quasi completo. Accanto alla vecchia guardia locale composta dal Iapichino, Patti e Giudice, sono rimasti anche Nobile, Luca Strano e Cocimano, che ha accettato di rimanere all’ultimo momento. A far coppia in attacco con Strano ci sarà Rametta, vecchia conoscenza dei tifosi biancorossi. Ma gli ultimi ingaggi, come dice Giaquinta, riguardano il portiere ex San Cataldese Di Carlo e la seconda punta Fichera della stessa squadra. Niente da fare per D’Agosta, che ha deciso di andare a Siracusa insieme a Mascara.