Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 905
VITTORIA - 09/06/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: scade il 7 luglio il termine per l’iscrizione alcampionato

Vittoria al palo. Tre offerte al presidente Barravecchia per cedere la società

Non si esclude quindi la seria possibilità di cedere la società lontano dal Comunale Foto Corrierediragusa.it

Meno di un mese alla scadenza. Meno di un mese esatto per trovare sette mila euro ed iscrivere il Vittoria al prossimo campionato di Eccellenza. Il 7 luglio è dietro l’angolo. Altrimenti? Anche a Vittoria ci si rassegnerà alle domenica da divano e calcio in tv. Perché mai prima d’ora la fine definitiva del calcio in città sembra così vicina ed imminente. Finora gli appelli di Salvatore Barravecchia(nella foto) non sono serviti a un bel nulla; nessuno sembra più credere in un progetto calcistico pronto a nascere e svilupparsi dalla sua società, ma del resto proprio quest’ultimo è un aspetto che rientra nel novero di responsabilità pregresse e mai dimenticate dalla gente, specialmente da quegli imprenditori che di Vittoria calcio, oggi, rifiutano persino di sentirne parlare.

Ma il pericolo maggiore potrebbe ora aumentare in seguito a nuovi sviluppi, tutto tranne che felici per i tifosi biancorossi: "Altre società mi hanno contattato – ha dichiarato Barravecchia - ed in particolare tre richieste, sia da società della provincia che da altre più vicine. E se non dovesse arrivare nulla da Vittoria, dovrò percorrere questa strada. Con la riforma dei campionati il Vittoria potrebbe ottenere anche un ripescaggio in serie D. Sarebbe un’ipotesi bellissima, ma per me impraticabile. Io non ho la forza per iscrivere la squadra in Eccellenza, figuriamoci se posso pensare alla serie D".

Non si esclude quindi la seria possibilità di cedere la società lontano dal Comunale; eppure una piccola fetta di squadra da dove ripartire il Vittoria ce l’ha proprio sotto il naso: Patti, Tosto, Amendola, Guglielmino, Di Rosa, Gurrieri, Giudice e Iapichino. Tutti atleti biancorossi cresciuti calcisticamente in casa. Ma tutto dipenderà dall’evolversi della situazione in questi ultimi 30 giorni di lunga attesa.