Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1228
VITTORIA - 02/03/2014
Sport - Calcio Eccellenza: la sconfitta di Scordia non procura alcun danno alla classifica

Il Vittoria interrompe la serie utile. Campionato già finito per i biancorossi

Domenica prossima al "Comunale" è prevista la partita contro il Mazzarrà ma i tirrenici, già retrocessi, non ci saranno
Foto CorrierediRagusa.it

Finisce a Scordia la serie utile di risultati a favore del Vittoria. Dopo il successo in casa con il San Gregorio, la trasferta vincente a Modica nel derby e l’ultima goleada di sette giorni fa ai danni del Rosolini, i biancorossi sono costretti a fermarsi bruscamente sul campo dello Scordia. Per l’undici di Giovanni Campanella è arrivata una brutta sconfitta peraltro con due gol di scarto (4-2 il risultato finale in favore dei padroni di casa) cosa che non accadeva dall’ultimo Vittoria-Siracusa (0-2) in occasione della seconda giornata di ritorno. Uno stop, tutto sommato, che lascia inalterata la classifica senza incidere per nulla sugli obiettivi finali ormai raggiunti dalle due stesse squadre (sia Vittoria che Scordia erano già salvi prima dell’incontro di domenica). Ma durante il confronto, meglio quindi la matricola Scordia, che già all’andata ricevette i 3 punti a tavolino per rinuncia a giocare degli ipparini.

Da commentare più che altro ci sarebbero solo le due espulsioni biancorosse (Nobile e Strano) fuori dal campo dopo appena 25’ di gioco. Due rossi ingiustificabili e senza dubbio determinanti per l’andamento di tutta la partita oltre che del risultato finale. Eppure per il Vittoria, nonostante l’evidente difficoltà di giocare alla lunga in 9 contro 11, le reti erano anche arrivate (raggiunta in un primo momento la parità 2-2) purtroppo nella ripresa l´inferiorità numerica si è fatta sentire eccome portando il Vittoria alla difatta.

E´ successo domenica:
SCORDIA-VITTORIA 4-2
Marcatori: 7´pt Zumbo, 11´pt Giudice, 1´st Bellino, 4´st Ousmane, 26´ st Arcidiacono, 40´ st Ousmane

Vittoria: Pandolfo, Di Rosa, Patti, Tumino, Nobile, Citronella, Guglielmino (2´st Tosto), Crisafulli (10´st Arcidiaacono), Strano, Cocimano, Giudice, (1´st Iapichino)

Arbitro: Boscarino di Siracusa


Un risultato che non interessa a nessuno. Ha vinto la squadra di casa, rispettando il fattore campo, considerato che lo Scordia giocava su sul suo campo, ma al Vittoria non importa più di tanto. Il successo degli etnei è stato facilitato dalle espulsioni prima di Nobile e poi di Strano, per un fallaccio da dietro, sopraggiunte nel primo tempo. Difficile a quel punto per il Vittoria restare in partita e nel secondo tempo i locali hanno dominato e realizzato tre gol.

Entrambe le formazioni sono arrivate al confronto previsto in calendario già salve, con un punto di vantaggio a favore del Vittoria. Con il successo lo Scordia ha effettuato il sorpasso 43 a 42. Parità quasi su tutto, dunque, almeno fino a domenica prossima, quando il Vittoria avrà di sicuro i 3 punti contro il fantasma Mazzarra, mentre lo Scordia dovrà andare a giocare in trasferta a Taormina. Se vincono i messinesi, il Vittoria si classificherà prima dei catanesi, in caso contrario arriverebbero appaiate.

Detto questo, il Vittoria potrà dire d’aver concluso bene il suo campionato e di cominciare a pensare al prossimo torneo. Come? Con quale società? Con quali progetti? Mistero! Lo sapremo alle porte dell’estate.