Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1282
VITTORIA - 23/03/2014
Sport - Calcio Eccellenza: i biancorossi dilagano contro la squadra aretusea

Vittoria chiude in scioltezza sul Rosolini, segna 5 gol e ne spreca parecchi

La formazione di Campanella va in gol al 7 minuto con Di Rosa, poi a valanga segna con Tosto, Cocimano (doppietta) e Strano
Foto CorrierediRagusa.it

Vittoria-Rosolini 5-0

Vittoria: Pandolfo 6,5, Giudice 7, Patti 7, Tumino 6,5, Nobile 7, Citronella 6 (34’ s.t. Arcidiacono 6), Di Rosa 7, Crisafulli 6,5 (10’ s.t. Iapichino 6), Strano 6,5, Cocimano 8, Tosto 7 (29’ s.t. Guglielmino 6). All. Campanella.

Rosolini: Fornoni 5, Guarrasi 6 (10’ s.t. Errante 6), Gennaro 6, Martines 5, Tasca 5, Cavallo 5; Randazzo 5, Maieli 5, Livia 5 (1’ s.t. Di Stefano 5), Implatini 6,5, Agnello 5. All. Trombatore.

Arbitro: Sanzo di Agrigento 7

Marcatori: 7’ Di Rosa, 30’ Tosto, 2’ s.t. e 6’ s.t. Cocimano, 28’ s.t. Strano

Note: campo in pessime condizioni. Espulso Cavallo per doppia ammonizione. Angoli 6-1 per il Vittoria.


Goleada al Rosolini, per il Vittoira sembra che il campionato stia cominciando quando mancano due giornate alla fine. La partita non ha avuto storia, e il verdetto del campo è stato molto veritiero. Il 5-0 potrebbe sembrare vistoso, ma non tiene conto delle altrettante occasioni da rete che la formazione allenata da Giovanni Campanella ha costruito nell’arco dei 90 minuti. Il finale del torneo autorizza a recriminare per tutte le occasioni perse e per i punti lasciati al vento che avrebbero potuto proiettare il Vittoria verso una classifica sicuramente più robusta in ottica playoff.

Il Rosolini di Orazio Trombatore in campo è apparso inesistente, salvo reagire verso la fine della gara, quando ha cercato a tutti i costi il gol della bandiera con Implatini. Il Vittoria si è abbattuto come una valanga segnando gol a ripetizione e non concedendo nulla agli avversari.

L’avere realizzato il primo gol solo dopo 7’ di gioco avrà sicuramente spianato la strada ai padroni di casa. Un gol che ha fiaccato gambe, morale e resistenza agli ospiti. Una bella incursione di Giudice ha aperto la danza della goleada. Giudice sfiora il gol, che arriva solo un minuto dopo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Di Rosa non ha avuto difficoltà a infilare dentro il cross perfetto di Tosto. L’esterno Giudice ci riprova ancora ma il suo tiro è respinto da Fornoni.

Il raddoppio giunge alla mezz’ora con un’azione personale di Tosto che semina diversi avversari battendo in uscita Fornoni con un tocco d’esterno destro. Solo dopo il due a zero il Vittoria sembra più rilassato, ma non certamente sazio, perché troverà ancora spazio e tempo per segnare altre 3 gol.

Nel secondo tempo, infatti, sale in cattedra Cocimano che con due azioni personali fa poker. Il trequartista prima chiude la triangolazione sotto porta con un tiro secco all’incrocio dei pali; al 6’ fa fuori in dribbling un paio di avversari e batte ancora Fornoni. Il quinto gol lo segna il bomber Strano su assist di Cocimano.