Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 563
VITTORIA - 14/03/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: all’andata finì 0-0 e cominciò il disfacimento dellasocietà biancorossa

Per il Vittoria obiettivo 40 punti e salvezza al sicuro a cominciare dal derby

Formazione con pochi dubbi per Giovanni Campanella. Ci saranno gli ex Citronella e Crisafulli Foto Corrierediragusa.it

Con la salvezza matematica ormai in tasca il Vittoria non vuole rinunciare all’ebbrezza di altri 3 punti in vista del derby di domenica prossima contro il Modica (nella foto: un´azione del derby di andata). Manca poco, pochissimo alla fine del campionato di Eccellenza, e nella mente dei biancorossi allenati da Giovanni Campanella lo scopo è quello di tentare bottino pieno di punti nelle ultime quattro giornate di campionato che restano da giocare. Oltretutto collezionare i 40 punti in casa di una rivale come il Modica non dispiacerebbe affatto all’undici biancorosso guidato in questa seconda parte di stagione dal tecnico etneo.

Obiettivi più importanti o meno (la squadra di Filicetti vuole ipotecare definitivamente la qualificazione ai playoff mentre per il Vittoria la salvezza è solo questione di piccoli dettagli) resta il fatto di trovarci di fronte ad un derby molto sentito e dove nessuna delle due compagini sarà disposta a sfigurare. Ma in lontananza come sfondo risale ancora la gara d’andata, con uno tra i più brutti derby di sempre tra Vittoria e Modica. Per chi lo avesse dimenticato la partita terminò in risultato di parità (0-0) ma da lì a poco ebbe inizio il disintegro tecnico prima e societario subito dopo della vecchia gestione D’Agosta, Manoforte-Barravecchia. E l’abbandono durante la ripresa di Beppe Casisa no fu altro che il preludio verso l’ennesima disfatta dirigenziale. Ma oggi il Vittoria vuole tornare a vincere il derby, perché come ha riferito lo stesso Giovanni Campanella nei giorni scorsi, il Vittoria quando scende in campo lo deve fare per vincere. Difficile pensarla diversamente.

"Rimangono ancora punti – così dalla dirigenza – da conquistare sul campo, e domenica proveremo ancora una volta a fare risultato. Utilissimi i 3 conquistati con il San Gregorio; servivano alla squadra per riprendersi dopo l’ingiusta sconfitta subita con il San Pio a Mascalucia".