Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 913
VITTORIA - 04/02/2014
Sport - Calcio Eccellenza: biancorossi ottimisti dopo il pari esterno

Vittoria pronto alla sfida col Tiger degli ex D’Agosta, Rametta e Calabrese

Il segretario del Vittoria va controtendenza: «Oltre alla salvezza possiamo sperare anche nei playoff»
Foto CorrierediRagusa.it

Come era prevedibile, i due punti persi a 4 minuti dal termine a Viagrande hanno lasciato l’amaro in bocca. Ma ora c’è attesa per la gara contro il Tiger. Il Vittoria affronterà la nuova squadra di Fabio D’Agosta, il super cannoniere della scorsa stagione.

«Un pari che ci sta stretto». Il segretario del Vittoria Gianni D’Iapico (foto) (rientrato in biancorosso dopo il triste epilogo del Ragusa calcio) si mostra abbastanza fiducioso dopo il 2-2 del Vittoria a Viagrande e per certi versi si schiera in contro-tendenza: «Se pensiamo esclusivamente alla salvezza? Direi che guardando la classifica del girone, chiaramente corta e marginale, anche i playoff non sono da considerare pura utopia. Come crederci? Riuscendo a mettere in fila una serie di vittorie consecutive, parlo anche di 67 punti, il risultato non potrebbe che essere tale da risalire in griglia. Personalmente rimango fiducioso, ma la salvezza è l’obiettivo primario da raggiungere al più presto per il Vittoria. Ciò non significa vivere il resto della settimana con ansia e paure da retrocessione. Stiamo crescendo e rispetto a prima s’intravede un gruppo diverso, più determinato».

Gianni D’Iapico si rivela dunque propositivo, considerando persino l’ipotesi di un possibile piazzamento in zona playoff. Può darsi che a spingere verso l’ottimismo il neo-dirigente del Vittoria ci siano anche buone notizie che arrivano dal mercato. Gli chiediamo infatti della trattativa con il centrocampista Emanuele Tumino, juniores classe ’95 nonché pezzo forte di un Ragusa che ha smesso di vivere in serie D: «Proprio ieri pomeriggio – dice D’Iapico - Tumino ha svolto il suo primo allenamento insieme a Campanella e il resto dei nuovi compagni. Il ragazzo è entusiasta della possibilità che il Vittoria cerca di offrirgli, però c’è una fase ancora da ultimare. Fin quando la Lega non chiude ufficialmente e burocraticamente il caso radiazione Ragusa calcio, non potremo tesserarlo. Credo si tratti di formalità, ma mai dare per scontati certi passaggi formali. Di certo si tratterebbe di un ottimo innesto fortemente voluto anche da Giovanni Campanella, perché Tumino (il ragazzo ha svolto le giovanili nel vivaio della Spal) è uno di quei giocatori che in mezzo al campo riesce a dare il necessario equilibrio. Insomma, si tratta del ruolo che manca al Vittoria. L’atleta ha già dichiarato la propria volontà di trasferirsi da noi, aspettiamo soltanto l’okay dalla Lega per poterlo tesserare prima di domenica».

E si spera in tempi celeri, perché domenica al Comunale arriva un Tiger primo in classifica e che in avanti presenterà un repertorio offensivo tinto di biancorosso. Parliamo di ex come Calabrese, Rametta e Fabio D’Agosta, l’ultimo capitano della squadra costretto alla fuga nel periodo di paralisi societaria vittoriese. Di sicuro vederlo giocare contro la sua squadra del cuore farà un certo effetto. «Venderemo cara la pelle –conclude D’Iapico- nessuno viene a Vittoria per vincere facile. Vedrete che faremo la nostra partita senza alcun timore a prescindere dalla forza dell’avversario».