Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 903
VITTORIA - 14/01/2014
Sport - Calcio Eccellenza: Barravecchia pronto a provvedimenti drastici dopo la sconfitta di Misterbianco

Scatta l´allarme in casa Vittoria. Ora bisogna salvarsi ad ogni costo

Il calendario è favorevole ai biancorossi considerando che le «grandi» sono state in gran parte affrontate già fuori casa durante il girone di andata
Foto CorrierediRagusa.it

Seconda sconfitta di fila in campionato per il Vittoria di Giovanni Campanella (nella foto). A Misterbianco l’undici biancorosso allenato dal tecnico etneo cade sonoramente a terra subendo 3 reti dai padroni di casa e rischiando adesso di farsi risucchiare nelle zone di bassa classifica. 25 punti in 18 giornate di campionato – la vittoria di sabato scorso ha permesso al Misterbianco, oltre ai tre punti, di sorpassare i biancorossi in classifica – non sono ancora pochi, ma di sicuro nemmeno tanti quando l’obiettivo da raggiungere si chiama «salvezza tranquilla».

Del resto come affermato pure da Campanella, il livello del girone s’è parecchio elevato a distanza di tempo dalla riapertura delle liste (lo stesso Saro Genova che ad esempio ha affondato con una doppietta il Vittoria è arrivato a Misterbianco nel mercato di riparazione) e se diamo un’occhiata all’organico del Vittoria attuale non si può, obiettivamente, dire la stessa cosa. In fin dei consti sono cambiati pure gli obiettivi, perché se in estate si mirava ad un campionato di vertice, adesso l’unica cosa che conta è raggiungere quei punti per la salvezza obbligatoria.

E dato che colpe e responsabilità di quest’ennesima figuraccia stagionale sappiamo già a chi appartengono, non ci rimane altro che ricominciare il percorso nel tentativo di sostenere una squadra non più fortissima a ma ancora in grado (se sostenuta da tutto l’ambiente) di regalare altre emozioni dalle parti del Comunale. Appurato insomma il concetto di una salvezza che non si preannuncia così semplice da conquistare, adesso non occorre altro che rimboccarsi le maniche programmando con giusta determinazione la seconda parte del girone di ritorno. Un punto a favore è il calendario, considerando che le «grandi» sono state in gran parte affrontate già fuori casa durante il girone di andata (le più temibili da giocare lontano dal Comunale rimangono Igea Virtus e San Pio X); un motivo in più per tirare fuori la carica di fronte ai propri tifosi al momento opportuno. Ma qualcosa dovrà inventarsela anche il buon Salvatore Barravecchia, il quale dopo aver ripreso con entusiasmo e soddisfazione squadra e dirigenza nelle proprie mani (ma in realtà non ha mai smesso di gestire la società) dovrà dimostrare ora di dare seguito alle parole con i fatti, molto più importanti e alla base di qualsiasi tipo di fiducia richiesta.

E´ successo sabato:
MISTERBIANCO- VITTORIA 2-0
Marcatori: 2´pt Piana, 26´pt Genova, 48´st Genova

Vittoria: Silvi, Peluso, Di Rosa, Iapichino, Nobile, Citronella, Tosto, Arcidiacono (1´st Giudice), Strano, Cocimano, Mongelli.

Arbitro: Bertè di Barcellona


Seconda battuta d’arresto consecutiva per il Vittoria. Dopo avere ceduto i 3 punti in casa al rinnovato Siracusa domenica scorsa, i biancorossi si sono dovuti arrendere al Misterbianco. Ma lo hanno fatto nel modo peggiore: giocando male. Praticamente la brutta copia della gara con gli aretusei.

Tre a zero il punteggio a favore degli etnei che hanno colpito il Vittoria a freddo; al 2´ La Piana su assist di Genova trafigge Silvi e la gara è già in salita. Saro Genova su assist di Chiavaro raddoppia a metà tempo e poi completa la sua personale doppietta con un´azione personale per il terzo gol proprio allafine del secondo tempo.

«Non è successo nulla- dice il nuovo direttore sportivo Gianni D’Iapico (foto)- la squadra si deve salvare e si salverà. A Misterbianco è scesa in campo in formazione rimaneggiata ed ha fatto il suo esordio il difensore Peluso, 19 anni, che ha giocato in Eccellenza e in serie D». Ma il presidente Salvatore Barravecchia non nasconde nulla: «In settimana parlerò con l’allenatore per individuare un paio di giocatori da mandare a casa».