Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1154
VITTORIA - 24/11/2013
Sport - Calcio Eccellenza: in testa continua duello tra F.C. Acireale e Tiger. Le due iblee si allontanano

Fra il Vittoria e il Modica vince la noia. Casisa «fugge» al 23’ della ripresa

Clamoroso gesto del centrocampista palermitano. Dopo essere stato beccato dal pubblico si toglie la maglietta e va sotto la doccia lasciando la squadra in 10 uomini. La società: «Non metterà più piede allo stadio»
Foto CorrierediRagusa.it

VITTORIA – MODICA 0-0

VITTORIA: Annese, Di Rosa, Russo (21’ st Sammito), Commendatore, Diop, Puzone, D’Agosta, Iapichino, Frittitta, Casisa, Iabichella (17’ st Navanzino). A disp: Caruso, Dall’Oglio, Saracino, Leone, Carpentieri. All. Alacqua.

MODICA: Polessi, Liistro, Ravalli, Arcidiacono, Pianese, Brancato, Mento (30’ Mento), Truglio, Panatteri, Filicetti, Crisafulli (10’ st Saraceno). A disp. De Miere, Sella, Scarano, Sabellini, Buscema, Sigona, Saraceno. All. Catania

ARBITRO: Civico di Vasto

NOTE: All’inizio della gara è stato osservato un minuto di silenzio in onore delle vittime della Sardegna.


Partita noiosa, priva di quel pathos che contraddistingue i veri derby. Lo dimostrano le pochissime occasioni da gol che le due squadre hanno fatto registrare lungo l’arco dei 90 minuti. L’unica fiammata, quella che ci ha regalato Giuseppe Casisa, beccato dal pubblico e autore di un gesto clamoroso al 23’ del secondo tempo: l’atleta palermitano (poco prima del cambio e già ammonito) toglie la maglietta, esce dal campo, fa la doccia e se ne va via dallo stadio lasciando la squadra in 10 uomini. Mai prima d’ora una cosa simile era successa dalle parti del Comunale di Vittoria; una mancanza di rispetto nei confronti di tutta la città e senza possibili giustificazioni, perché la difficile situazione economica che attraversa il Vittoria è comune non soltanto a Casisa ma a tutta la squadra.

«Gesto inqualificabile»- afferma l’allenatore Alacqua – credo che tra il Vittoria e Casisa sia finito ogni genere di rapporto». Ancora più netto il capitano del Vittoria Fabio D’Agosta «Da capitano della squadra – dichiara il giocatore – non mi era mai successo di assistere ad una scena del genere. Sarebbe stato più onesto da parte sua non scendere in campo dall’inizio (pare sia questa infatti la motivazione del centrocampista Alosi presente non in campo ma in tribuna) anziché abbandonare i tuoi compagni durante la partita. Dentro lo spogliatoio Casisa (il quale non è stato possibile intervistare per capire ragioni del gesto) non metterà mai più piede».

Del Modica ha parlato Panatteri. «Il pari ci sta tutto in un campo al limite della praticabilità. Non so cosa sia passato per la testa di Casisa, comunque è un gesto che non condivido».

Tornando al calcio giocato, nel primo tempo una sola azione degna di nota. Al 16’ un tiro diagonale di Frittitta rasoterra che ha sfiorato il palo difeso da Nicola Polessi, risultato troppo veloce per la deviazione di D’Agosta posizionato sotto porta. Nella ripresa niente di niente, risultato fermo sullo
0-0 e parità su tutto fra Vittoria e Modica.

I risultati della 12ma giornata (24 nov. 2013):
Vittoria-Modica: 0-0
F. C. Acireale-Igea Virtus: 1-0
Misterbianco-Rosolini: 1-0
Rometta-Mazzarrà: 1-2
Siracusa-G. Scordia: 2-3
Viagrande-S. Pio X: 0-1
Taormina-S.Gregorio:1-1
Tiger-Acireale: 1-0

La classifica:
F. C. Acireale 27
Tiger 26
Vittoria 21
Modica 21
Scordia 20
S. Pio X 19
Taormina 18
Misterbianco 18
S. Gregorio 17
Igea Virtus 16
Siracusa 13
Rosolini 13
Rometta 13
Viagrande 11
Mazzarrà 8
Acireale 4