Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1306
VITTORIA - 24/11/2013
Sport - Volley, B2: ancora una sconfitta per le vittoriesi che non sono riuscite ad opporsi alle etnee

Kamarina svogliato e confuso, il Pedara passa facile

Il rischio di subire un’umiliazione dietro l’altra in questa stagione comincia a pesare particolarmente all’interno dell’ambiente volley vittoriese Foto Corrierediragusa.it

Kamarina- Pedara: 0-3
(parziali: 17-25,22-25,16-25)

KAMARINA: Guastella 15, Koritarova 4, Elia 10, La Rocca 5, Lavinia (L), Saracino 13, Carnemolla, Virduzzo 1, Invincibile, Brancati. All: Invincibile
PLANET PEDARA: Lo Re 18, Chiesa 12, Cognito 9, Rapisarda 7, Bachini 9, Nuccio 6, Privitera 1, Nicolosi 1, Mirabella (L), Tracina, De Luca. All: Baldi

ARBITRI: Vaccarisi e Caspanello di Siracusa


Del sorprendente Kamarina di appena un anno fa - squadra in grado di rivelarsi sorpresa del campionato nonostante le mille difficoltà societarie – è rimasta solo la cenere. L’ennesima sconfitta della stagione arriva questa volta per mano del Planet Team Pedara, società anch’essa imbottita di giovani ma con un maggiore e determinato spirito di squadra. Dall’altra parte, invece, niente di tutto questo: Kamarina svogliato e con un carattere ridotto ai minimi termini.

E’ vero, la società è riuscita a mantenere la categoria della B dopo il triste finale dello scorso anno (ricordiamo le infinite diatribe della dirigenza con parte in causa la stessa Amministrazione comunale della città) ma il rischio di subire un’umiliazione dietro l’altra in questa stagione comincia a pesare particolarmente all’interno dell’ambiente volley vittoriese. Eppure in rosa qualche elemento di esperienza è rimasto; dal ritorno di Guastella alla permanenza delle locali Koritarova e Saracino. In più tanti giovani alle prime armi ai quali il Kamarina ha deciso di caricargli sulle spalle un campionato assai difficile e delicato. Non si dimentichi di disputare un campionato nazionale di serie B2 all’interno del quale occorre dunque prendersi ognuno le dovute responsabilità.

E questo gruppo per prima cosa deve immediatamente ritrovare se stesso partendo dal concetto di umiltà e di squadra. E’ lì che occorre lavorare per sopperire alle macroscopiche lacune tecniche. Dall’altra parte un Planet Pedara in grado di vincere meritatamente senza strafare, ma soltanto per averci creduto di più rispetto alle padrone di casa. I punti di Lo Re (18) Chiesa e Cognito alla lunga hanno determinato il successo ospite.