Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 850
VITTORIA - 19/10/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: anticipo amaro per i biancorossi, l’ex Calabrese segna in extremis

Non basta gol di Frittitta, due errori nella ripresa condannano il Vittoria a Brolo

Il bomber biancorosso aveva sbloccato il risulato al 41’ assist di Casisa. Nella ripresa due palle perse a centrocampo, la seconda in pieno recupero, hanno trasformato il vantaggio in 2-1
Foto CorrierediRagusa.it

TIGER-VITTORIA 2-1
Marcatori: 41´pt Frittitta, 9´ st Pettinato, 48´ st Calabrese

Vittoria: Linguaglosssa, Nicolò, Sammito(76´ Iapichino), Commendatore(87´ Iapichella, Diop, Dall´Oglio, D´Agosta, Alosi, Frittitta, Casisa, Valerio (76´ Russo)

Arbitro: Maraniello di Paola


Frittita illude i biancorossi con un gol a fine primo tempo, ma alla distanza la Tiger si conferma «bestia nera» del Vittoria. Riesce a rimontare e a vincere a tempo scaduto, in piena fase di recupero. Una sconfitta che brucia, maturata per colpa di due errori a centrocampo commessi più o meno al 12’ e a tempo quasi scaduto. Due errori fatali, due palle perse a centrocampo che hanno prima consentito alla Tiger di pareggiare e poi addirittura di vincere quando il Vittoria stava assaporando la soddisfazione di un pareggio meritato.

La partita si presenta difficile. Ma il Vittoria gioca bene. E’ in gioco il primato della classifica e il campo di Brolo rappresenta per la formazione di Alacqua una trappola dalla quale è difficile uscire indenni. Il Vittoria sorprende tutti e si porta in vantaggio sul finire del primo tempo. E’ il 41’ quando Frittitta, autore di una imperiosa tripletta contro il Viagrande la domenica prima, sblocca il risultato con un bel gol realizzato su passaggio di Casisa. L’attaccante biancorosso, che non sta facendo rimpiangere il digiuno di D’Agosta, attraversa un momento d’oro. Ma il suo gol, stavolta, non basta. Al 9´ è Pettinato a colpire di testa sottomisura e portare i tirrenici sul pari. Quando la partita è avviata ormai verso il fischio finale ci pensa il bomber Calabrese, grande ex della gara, a dare i tre punti ai padroni di casa lasciando al Vittoria solo la cocente delusione per aver mancato il colpaccio su un campo difficile.

Nella foto in alto il dirigente D´Agosta e il tecnico Alacqua