Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 917
VITTORIA - 24/09/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: il pari ad occhiali con il Misterbianco ha gelato gli entusiasmi dei tifosi

Il Vittoria pensa già alle prossime partite e a riconquistare la vetta

Contro Acireale e Taormina i biancorossi vogliono raccogliere sei punti Foto Corrierediragusa.it

Dimenticare lo scialbo 0-0 con il Misterbianco e ritrovare il giusto approccio alle partite. Il Vittoria di Alacqua è tornato ad allenarsi al «Comunale» dopo il classico lunedì di riposo concesso dalla società; ed i prossimi obiettivi sono già stilati: dare il massimo contro Acireale e Taormina pensando ai 6 punti.

Di tale opinione è infatti il direttore generale della società Luca D’Agosta, il quale dichiara: «Allenamenti ripresi – conferma – l’allenatore ha già parlato ai ragazzi analizzando l’approccio sbagliato alla partita di domenica e adesso contiamo di non ripetere più lo stesso errore. Il mio punto di vista dopo lo 0-0? Gara anomala, non abbiamo avuto la stessa fame mostrata a Siracusa, e questo è un limite che il Vittoria deve superare. Ogni partita va giocata al massimo, senza pensare al nome dell’avversario; che si tratti di Siracusa oppure dell’ultima in classifica. Se consideriamo che il Rometta si trova a 6 punti, ricordando che contro di noi non ha mai superato il centrocampo, beh questo deve farci riflettere un po’. Le partite alla nostra portate dobbiamo vincerle, ecco perché ad Acireale e Taormina andremo con la consapevolezza di ottenere il massimo. Quindi 6 punti? Lo scopo è quello di vincerle entrambe, l’importante rimane dare il massimo»

E´ successo domenica:
Vittoria-Misterbianco: 0 - 0

Vittoria: Linguaglossa, Di Rosa (26’ st Nicolò) Sammito, Iapichino (26’ st D’Agosta) Diop, Dall’Oglio, Commendatore (16’ st Navanzino) Alosi, Frittitta, Casisa, Valerio. All. Alacqua

Misterbianco: Saia, Consolo (32’ st Finocchiaro) Nicolosi, Murabito, Silvestri, Sapienza, Palazzolo (42’ st Zappulla) Garrasi, La Piana (28’ st Musumeci) Chiavaro, Lo Verde. All. Settinieri

ARBITRO: Cumbo di Agrigento
NOTE: giornata ventilata, campo in discrete condizioni, ammoniti Saia, Consolo e Chiavaro per il Misterbianco e Dall’Oglio, Casisa e Navanzino per i locali. Angoli 4 per parte.


Il Vittoria pareggia 0-0 in casa con il Misterbianco e interrompe la serie positiva di successi dopo 3 giornate di campionato. Quando tutti si aspettavano di vedere all´opera la stessa squadra in grado di battere il Siracusa al "De Simone" accade invece l´esatto opposto. Biancorossi mai determinanti e sterili in attacco, con Fabio D´Agosta ancora convalescente e costretto ad entrare dalla panchina nella ripresa. Gli avversari? Tanto ostruzionismo e difesa in grande giornata. La noia ha condito tutto il resto della domenica al "Comunale".

A fine partita il presidente del Vittoria Giovanni Manoforte si mostra comunque tranquillo: "Purtroppo si tratta di quelle partite dove vuoi vincere a tutti i costi e talvolta rischi invece di perderle. Il rammarico ovviamente è tanto, perché c’è la consapevolezza di aver buttato al vento 3 punti. Ma quando dall’altra parte c’è un organico che si chiude bene in difesa rinunciando spesso al gioco, allora diventa difficile rendere fluida la manovra di gioco. Ad ogni modo non ci scoraggiamo. Ci attendono due trasferte consecutive, quindi riprendiamo al più presto la concentrazione".

Di diverso avviso l’allenatore Settinieri del Misterbianco: "Non è vero che siamo venuti a Vittoria con l’unico scopo del pareggio. Abbiamo provato a fare il nostro gioco, poi è logico che il campionato del Misterbianco non sarà uguale a quello del Vittoria. Lottiamo per la salvezza, ed è normale che le partite vengano impostate a volte con una certa prudenza".