Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 445
VITTORIA - 27/08/2013
Sport - Calcio: la doppietta dell’ex Rametta ha dato il successo ai rossoblù nel primo derby di stagione

Il presidente Cundari: "Il Modica c´è, ci prepariamo ad un grande campionato"

Il successo dedicato a Don Pietro Scollo, lo storico massaggiatore scomparso lo scorso aprile. Peppe Portuesi è il secondo di Seby Catania Foto Corrierediragusa.it

Il Modica che non t´aspetti vince il derby e si mette in tasca buone possibilità di passare il primo turno di Coppa Italia. E´ stata la vendetta degli ex perchè il duo Crisafulli- Rametta, appena qualche mese fa in biancorosso, hanno confezionato il gol del vantaggio ed il capocannoniere di questo inizio campionato, sette gol in tre partite finora, ha firmato la doppietta. Proprio Marco Crisafulli ha voluto ricordare la stagione in biancorosso e nonostante i fischi ha rivolto un saluto ai suoi ex tifosi: "Ci sta, ma nonostante tutto ho vissuto una bella stagione al Vittoria. So che nei tifosi non c´è nulla di personale perchè mi sono sempre impegnato. Non abbiamo trovato l´accordo con la società ed ho sposato il progetto del Modica".

Ci crede anche il presidente Piero Cundari: "Mi è piaciuto come il Modica ha saputo stare in campo soprattutto dopo l´espulsione di Arcidiacono. Tutti si sono aiutati e nessuno si è risparmiato. Una vittoria che ci fa bene. E´ il primo anno sportivo che cominciamo senza Don Pietro Scollo ed il successo va idealmente a lui. Gli avrebbe fatto piacere. Credo che questa squadra sia al completo ma se troviamo qualcuno in grado di farci fare il salto di qualità non ci tireremo indietro. Da quello che ho visto il Modica è in grado di battersi alla pari con tutti perchè ha un organico di giovani di valore e di gente di esperienza".

Tra questi, naturalmente c´è Michele Rametta, che ha dato l´anima in campo e si è preso la sua rivincita contro la sua ex squadra. E´ un Modica che non sa fare a meno di Rametta che è stato schierato con un tridente che prevedeva come esterni il giovane Donzuso e Mento. Le scelte fondamentali sembrano ormai fatte per Seby Catania con Polessi punto fermo in porta, Filiccetti in mezzo al campo e Rametta in avanti. Centrali difensivi Citronella e Pianese. Buono l´esordio dell´ex comisano Ravalli e soprattutto di Arcidiacono anche se il centrocampista ha macchiato i suoi 43´ di gioco con l´espulsione per un fallo che poteva evitare. Da oggi si torna al lavoro al polisportivo della Caitina in vista del ritorno di Coppa di domenica con i biancorossi con una squadra più convinta dei sui mezzi e delle sue possibilità.

E´ successo domenica:
Vittoria - Modica: 1- 2
Marcatori: 15´st e 30´st Rametta, 45´st D´Agosta

VITTORIA: Linguaglossa, Russo, Sammito, Iapichino, Diop, Dall’Oglio, D’Agosta, Alosi, Frittitta, Casisa, Iabichella (20’st Iaquez). All. Alacqua

MODICA: Polessi, Buscema, Ravalli, Arcidiacono, Pianese (25’st Sangiorgio) Citronella, Rametta, Truglio, Mento (15’st Crisafulli) Filicetti, Donzuso (1’st Sabellini). All. Catania.

ARBITRO: La Terra sez Ragusa
NOTE: espulso per proteste Arcidiacono.


La prima gara ufficiale della stagione non porta bene al Vittoria. In occasione del primo derby di coppa Italia con il Modica brutta sconfitta per i biancorossi di Alacqua costretti a cedere sotto i colpi dell’ex Rametta (doppietta per lui). Ma il 2-1 inflitto dai cugini rossoblù al Vittoria lascia parecchio a desiderare per come maturato: poca verve agonistica in campo (il Modica ha soltanto corso un po’ di più e sfruttato in pieno le gravi disattenzioni di Linguaglossa) nonostante la superiorità numerica acquisita già nel primo tempo dopo la banale espulsione di Arcidiacono. Segnali da studiare attentamente e recuperare quanto prima, perché il Vittoria visto all’opera questa domenica non è apparso per niente in condizioni.

Meglio dunque il Modica degli ex Polessi (è sempre un piacere assistere alle sue parate come se avesse ancora 20 anni) Filicetti (al Vittoria poca sintonia con Lucenti perché giocava troppo lontano dalla porta...) Truglio, Citronella, Crisafulli e Rametta (i gol continua a segnarli, ma la voglia di protestare con tutti e gli 11 avversari compreso l’allenatore non la perde mai). Nonostante l’uomo in meno la squadra di Seby Catania ha dimostrato maggiore caparbietà e voglia di vincere, esattamente ciò che è mancato al Vittoria capace di svegliarsi troppo tardi con il rigore (perfetto il cucchiaio ai danni di Polessi) messo a segno dal capitano Fabio D’Agosta.

A sbloccare la partita è un tiro velleitario di Rametta al 15’ della ripresa. Fatale la papera di Linguaglossa nella circostanza. Al 30’ il raddoppio sempre dell’ex centravanti del Vittoria questa volta su assist di Truglio. Per i biancorossi, oltre al gol dagli 11 metri al 90’, qualche spunto di Casisa e Diop (traversa) ma nulla più.

(nella foto: la formazione del Modica scesa in campo al "Comunale")