Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 732
VITTORIA - 19/08/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: il neo capitano vuole far bene e crede nelle potenzialità della squadra

Pari del Vittoria a Caltagirone. D´Agosta segna e suona la carica

"Grazie al duro lavoro di questi giorni sta per venir fuori un bel Vittoria. Speriamo di continuare così fino al termine, potremmo toglierci grosse soddisfazioni" Foto Corrierediragusa.it

In attesa del debutto ufficiale – si comincia il 25 agosto nel derby di coppa Italia con il Modica - il Vittoria di Lorenzo Alacqua continua la sua fase atletica tra un’amichevole e l’altra. Bilancio sufficiente: domenica i biancorossi hanno impattato (1-1) sul campo del Caltagirone con rete del solito D´Agosta, seguita alla vittoria di misura sul Comiso per 2-1. Ma la strada è ancora lunga, perché il Vittoria (come ogni anno) è ripartito da zero, tant’è che sono andati via quasi tutti, tranne Fabio D´Agosta, il nuovo capitano dei biancorossi.

"Eccomi qui – confessa il beniamino del Comunale – sarò il capitano della mia squadra, di quei colori biancorossi che sento attaccati alla mia pelle. Le proposte ci sono state, per me, a 28 anni, sarebbe stata anche un’occasione unica per la mia carriera, ma alla fine gli accordi non si sono trovati e con il nuovo allenatore va tutto secondo i piani. Lorenzo Alacqua crede moltissimo nelle mie capacità, e per un giocatore si tratta della migliore considerazione. Quando senti piena fiducia alle spalle tutto è diverso; la stessa cosa l’anno scorso, quando il Vittoria, prima che una squadra, era diventata una famiglia.

Possibile il bis anche per la nuova stagione?
Possibilissimo – conferma l’attaccante – con il tecnico e i compagni si è già creato un rapporto forte, un legame serio e professionale. Del resto non era difficile con gente del genere. Perché a Vittoria sono arrivati calciatori di grande esperienza. A colpirmi principalmente del nuovo gruppo? Se devo essere sincero posso parlare dell’umiltà di tutti i miei nuovi compagni di avventura. E poi quanta voglia di fare! Grazie al duro lavoro di questi giorni sta per venir fuori un bel Vittoria. Speriamo di continuare così fino al termine, potremmo toglierci grosse soddisfazioni".

Ma oltre alle considerazioni personali di Fabio D’Agosta c’è da fare i conti con un calendario piuttosto insidioso. Com’era facile immaginare ci saranno Siracusa (quanto si preannuncia interessante la sfida con l’ex per un giorno Orazio Pidatella) Acireale (due società) e poi ancora Modica (sembra il Vittoria 2 con Rametta, Crisafulli e Citronella) Tiger Brolo e Nuova Igea. La nuova stagione, insomma, sta per partire, ma il Vittoria, dove può arrivare veramente? "Ci sono tante squadre – conclude il neo capitano biancorosso – attrezzate per vincere il campionato, e la nostra corsa è già cominciata. Poi, come sempre nel calcio, sarà solo il campo a giudicare la migliore del torneo".