Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 954
VITTORIA - 11/07/2013
Sport - Vela: dopo due anni di malattia deceduto lo storico presidente del circolo velico

Lutto per il circolo Anemos. E´ morto Fabio De Martino

Ha reso la disciplina velistica aperta il più possibile, specialmente per i giovani della riviera Foto Corrierediragusa.it

La passione per la vela e l’amore nei confronti del suo circolo l’hanno tenuto in vita il più a lungo possibile. Fabio De Martino (nella foto), primo e storico presidente del circolo velico Anemos di Scoglitti, se n’è andato nella giornata di lunedì scorso dopo 2 anni di lotta contro una lunga malattia. Nonostante fiaccato dal dolore di un male tanto crudele quanto inesorabile, il presidente onorario dell’Anemos ha continuato fino all’ultimo a tenere d’occhio il «suo» circolo, spinto da un incredibile coraggio e forza di volontà che lo hanno da sempre contraddistinto. Aspetti di un carattere tenace legato alla voglia di divulgare lo sport della vela nel mare di Scoglitti. Insieme all’attuale vice-presidente Silvio Scavone, Fabio De Martino è stato il principale artefice di quella che oggi è diventata, senza ombra di dubbio, una delle realtà velistiche principali dell’estate vittoriese.

Gli amici, ed in particolar modo tutti i compagni di avventura in barca a vela – tra i quali non può che associarsi anche il sottoscritto – hanno voluto ricordarlo così: "Fabio era un uomo di grande passione, e la voglia di andare avanti usciva fuori ancora di più nei momenti difficili. Perché l’attività del Circolo non è stata così semplice, specialmente nei primi periodi, quando tra lo scetticismo generale e le tante incongruenze burocratiche, Fabio non smetteva un attimo di credere nell’Anemos. Oggi, dando un’occhiata alla realtà della struttura, non possiamo che fargliene una ragione. Quasi 100 famiglie fanno parte del circolo, qualcosa di estremamente gratificante".

Ma nella testa del presidente onorario Fabio De Martino c’è sempre stata un’altra convinzione; e cioè quella di rendere la disciplina velistica aperta il più possibile, specialmente per i giovani della riviera, tant’è che in una delle prime interviste furono esattamente queste le sue parole: "Mi piacerebbe un giorno smentire l’idea di vela come sport d’elite. Di una disciplina riservata e poco accessibile. Del resto fare vela significa ben altro. Conoscere le regole del mare, imparare a rispettarlo e magari vivere la spiaggia in modo diverso. Sarà questo lo spirito che cercherò di infondere all’interno del Circolo Anemos". Ebbene, dopo 6 anni di grande merito e dedizione, Fabio De Martino ha raggiunto il suo scopo!