Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 639
VITTORIA - 05/07/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: tornano Rosario Scollo come preparatore portieri e Saro Marangio preparatore atletico

Ufficiale: Orazio Pitadella è il nuovo allenatore del Vittoria

Dice il tecnico: "Essere qui rappresenta qualcosa di importante per la mia carriera, e spero davvero di poter ripagare la fiducia che mi è stata data" Foto Corrierediragusa.it

Orazio Pidatella è ufficialmente il nuovo allenatore del Vittoria. La società biancorossa, dunque, capitanata dal presidente Giovanni Manoforte, mette fine alla serie toto-allenatore presentando ufficialmente colui che guiderà dalla panchina la squadra nella prossima stagione di Eccellenza.

Tra le squadre allenate in passato dall’ex tecnico del Palazzolo, anche Akragas, Paternò, Sancataldes e Leonzio. Il profilo del nuovo allenatore etneo ha convinto in pieno l’intero gruppo dirigenziale composto oltre che dal presidente Giovanni Manoforte, anche dal direttore generale Luca D’Agosta, dal fratello Danilo e dal nuovo direttore sportivo Gaetano Albergamo. I nuovi ingressi, invece, arrivano nel settore della preparazione atletica, dove si riscontrano i graditi ritorni di Rosario Scollo (allenatore dei portieri) e Saro Marangio (preparatore atletico).

«Vittoria – dice il tecnico – è una piazza che non si scopre oggi. Essere qui rappresenta qualcosa di importante per la mia carriera, e spero davvero di poter ripagare la fiducia che mi è stata data. Il primo tassello su cui lavorare? L’atteggiamento del gruppo ed il relativo equilibrio. Il mio credo calcistico comincia da qui. Senza equilibrio tra giocatori e schemi non si va da nessuna parte. Moduli, tatticismi tecnici, giungono in un secondo momento, prima occorre trovare sintesi e complicità di gioco. Pensare a vincere le partite soltanto perché si indossa una maglia biancorossa sarebbe un grave errore. Il Vittoria dovrà imparare a dimostrare il suo valore giocando a calcio, e non per tradizione».

(nella foto: la presentazione del nuovo tecnico con la dirigenza)