Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 977
VITTORIA - 29/06/2013
Sport - Tennis: solo una sconfitta nel corso della stagione per la formazione di Salvo Pluchino

Virtus Tennis Vittoria promosso in serie B

Vincenza Ciraolo, Raffaella Costa, Anastasia Fondacaro, Alessandra Maganuco le protagoniste della formazione vittoriese insieme ai tecnici Morabito e Pluchino
Foto Corrierediragusa.it

Dopo tre anni di lunga attesa, la Virtus Tennis Vittoria torna in serie B. Serie cadetta riconquistata a termine di un campionato senza precedenti. Il solo fatto di non aver perso nemmeno una scontro ufficiale durante la stagione (prima il titolo di campionesse regionali, infine la promozione in B) racchiude delle semplici verità: la formazione di Salvo Pluchino, coadiuvata ormai da anni dalla «Leonardo Tennis Accademy» di Renato Morabito, è stata la più forte dal primo fino all’ultimo game giocato.

Merito, in particolare, di queste atlete: Raffaella Coffa (3.5, ex seconda categoria) Elaine Genovese (maltese di origini, classifica 2.5) Vincenza Ciraolo (2.6 e già presente ai tempi della vecchia B con Sara Savarise e compagne). A dar manforte completando il quadro tecnico del team vittoriese, anche le giovanissime Anastasia Fondacaro e Alessandra Maganuco. Ma la vittoria più importante che le ragazze di Morabito e Pluchino hanno conquistato è arrivata proprio domenica scorsa, quando in trasferta, sul campo del T.C. Nomentano di Roma, non c’è stato niente da fare per le romane Martina Fagiolo (3.4) Martina Totò (2.6) e Katy Agnelli (atleta 40cinquenne classifica 2.6 ex prima categoria e ancora in grado di dare del filo da torcere lottando su ogni pallina). Alla fine, insomma, un 3-0 ricco di grande tennis e di emozioni speciali.

"Coroniamo un obiettivo – confessa un felicissimo Salvo Pluchino, a capo della Virtus – inseguito dall’inizio della stagione. I nostri pronostici non si sono smentiti, volevamo la serie B e siamo riusciti a conquistarla. L’organico costruito prima dell’inizio agonistico – ricorda – aveva uno scopo ben chiaro. Quello di confermarsi come il più forte in Sicilia e alle fasi nazionali. Così, dopo un girone regionale giocato a livelli altissimi (lo stesso in grado di qualificare come teste di serie la formazione ipparina in virtù della finalissima di Roma) la gioia di arrivare nella Capitale e ottenere la promozione espugnando il campo delle padrone di casa. Da domani? Per adesso riposiamoci e godiamoci la festa, poi spazio alla programmazione futura. Oltretutto, a Vittoria, è tempo di Open femminili. I tornei sono già entrati nel vivo".