Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 796
VITTORIA - 31/03/2013
Sport - Calcio: lutto nello sport per il decesso del calciatore di San Giovanni La Punta

Anche Vittoria calcistica piange la morte del centrocampista Enzo Berti

Il calciatore che contribuì al successo della C2 nel 2004, ricordato dall’ex presidente Angelo Dezio
Foto CorrierediRagusa.it

Anche la Vittoria calcistica piange la morte di Enzo Berti (nella foto a Comiso nella gara di ritorno con la maglia del Messina nel 2012), il centrocampista di qualità e quantità della promozione in C1 nel 2004. Berti se n’è andato alla giovane età di 43 anni, poco dopo avere deciso l’abbandono dell’attività agonistica per dedicarsi a quella di direttore sportivo del Palazzolo.

Enzo Berti è stato un grande calciatore, di passaggio anche a Vittoria negli anni della sua maturità calcistica, facendo vedere anche eccellenti qualità umane e sportive. Un lottatore votato al sacrificio, schivo, occhi dall’espressione malinconica ma autentici e sinceri. E’ stato sconfitto dalla depressione che da qualche tempo lo assillava. Sarebbe morto in maniera tragica, si tratterebbe di suicidio, anche se la conferma ufficiale non è stata ancora data.

Ha calcato diversi campi dell’isola e molte sono le squadre che ora lo piangono e lo ricordano con grande affetto. L’ex presidente del Vittoria calcio quando Berti giocava nella città ipparina, Angelo Dezio, è rimasto sconvolto nell’apprendere la notizia ed ha dichiarato: "Sono profondamente addolorato per la scomparsa dell´ex centrocampista del Vittoria Calcio. Berti oltre ad esser stato un grandissimo giocatore sotto il profilo tecnico, oltre ad esser stato uno dei principali artefici di quella gloriosa promozione in C1, è stato soprattutto uno grande uomo sotto il profilo umano. Il mio più profondo cordoglio va alla sua famiglia".