Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 378
VITTORIA - 17/03/2013
Sport - Calcio Eccellenza: troppo poco il pareggio in casa per i biancorossi

Vittoria pareggia col Due Torri e Orlandina allunga il passo verso la D

Grande primo tempo con rete di Rametta e gol sbagliati dallo stesso bomber. Nella ripresa il Vittoria cala e Camarda fa pari. Espulso Campanella al suo rientro dopo 3 mesi. Anche Alacqua lo sede negli spogliatoi
Foto CorrierediRagusa.it

VITTORIA -DUE TORRI 1-1

VITTORIA: Vitale, Di Rosa, Patti, Iapichino, Nobile, Citronella, D’Agosta, Bevilacqua, Rametta, Cocimano, Crisafulli (23’st Incardona). All. Giovanni Campanella.

DUE TORRI: Inferrera, Sagio (17’st Carrello) Fantino, Salmeri, Tricamo, Librizzi, Guido, Camarda, Matera, Russo (1’st Raveduto) Ancione. All. Antonio Alacqua.

ARBITRO: Pedretti della sez. di Lovere (ass. Ensabella e Cino di Enna)

RETI: 36’ pt Rametta; 13’ st Camarda

NOTE: Allontanati dalla panchina durante la ripresa i due allenatori Campanella e Alacqua.


Il Vittoria pareggia in casa con il Due Torri ed è costretto ad abbandonare, con ogni probabilità, i sogni di promozione diretta. Non è bastato un grande primo tempo agli uomini di Campanella per chiudere il match e mantenere invariato il distacco dall’Orlandina (5-0 al Villafranca) a meno 3 dalla fine del campionato. Adesso che le lunghezze di distanza si sono portate a 6 – i messinesi dopo la pausa andranno a chiudere il discorso serie D sul campo dell’ultima in classifica Atletico Gela – ci si potrà concentrare esclusivamente sull’unico obiettivo rimasto: conservare il secondo posto in classifica necessario per disputare in casa gli scontri diretti playoff.

Durante la prima frazione di gara è stato il Vittoria a creare i maggiori pericoli, portandosi in vantaggio con un destro di Rametta (grande invenzione di Crisafulli, in giornata di grazia) e sciupando 3 occasioni chiare da rete sempre con il suo centravanti di riferimento (persino un palo e due interventi miracolosi del portiere ospite Inferrera).

Tutto l’inverso accade nella ripresa. Invece di alzare ancora di più il ritmo e mettere di conseguenza in difficoltà il Due Torri, i biancorossi calano vistosamente permettendo agli ospiti di crescere a centrocampo. Alacqua intuisce l’opportunità e avanzando il proprio baricentro di gioco ristabilisce l’immediato equilibrio tattico. A completare la rimonta ci pensa l’episodio: dubbio calcio di punizione dal limite decretato dal direttore di gara e Camarda abile a beffare Vitale all’angolino.

Nel finale, per la cronaca, protagonista anche l’arbitro Pedretti di Lovere, scomodato fin qui da Bergamo! Su richiamo dell’assistente di linea allontana per errore dalla panchina il tecnico del Vittoria Campanella (pensate appena rientrato dalla tribuna dopo una squalifica di 3 mesi!) al posto del vice Pellegrino, scatenando di fatto una serie di innumerevoli reazioni al limite del «verbale». A farne le spese anche l’allenatore ospite Alacqua espulso non si sa ancora per quale motivo.