Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 791
VITTORIA - 15/03/2013
Sport - Calcio Eccellenza: biancorossi sperano sempre nell’aggancio

Il Vittoria affronta il Due Torri in casa e crede ancora nel sorpasso

A 4 giornate dal termine si spera sempre nel passo falso della capolista: mal che vada ci sono i play off
Foto CorrierediRagusa.it

Mancano 4 partite alla fine del campionato d’Eccellenza e il Vittoria si ritrova sempre a 4 punti di distacco dall’Orlandina. Il successo di Villafranca in campo esterno non è servito ai biancorossi per rosicchiare punti alla capolista, che invece ha vinto a Comiso quasi in «zona Cesarini». Non è una novità. Anche contro i verdarancio i messinesi hanno trovato la via dei tre punti durante i minuti di recupero finali, strappando al Comiso quello che sarebbe stato un punto fondamentale per la salvezza.

Adesso il Vittoria, oltre a cercare di vincere le ultime 4 gare che gli rimangono da giocare - e dunque aggrapparsi sino all’ultimo al filo della speranza - ha pur sempre il compito di difendere e salvaguardare la seconda posizione di classifica guadagnata grazie ad una seconda parte di campionato stratosferica. Non avesse perso ulteriori punti con Misterbianco (2) e Tiger (1) oggi lotterebbe alla pari con l’Orlandina, ma bisogna dare pur sempre atto all’organico di Giovanni Campanella (foto) che quello di quest’anno doveva essere un campionato del tutto differente.

Ecco perché arrivare secondi - in caso di serie D all’Orlandina - significherebbe grandissimo risultato lo stesso. E la sfida con il Due Torri – quota 47 punti, tre lunghezze sotto il Vittoria – arriva giusto in tempo per mettere una seria ipoteca sul ruolo di vice capolista. Il Vittoria, oltre alla speranza di agganciare l’Orlandina, ha in mano anche la lotteria dei playoff. È già successo in passato, dunque non è escluso che possa nuovamente ripetersi, che siano due squadre dello stesso girone ad approdare in D per merito dei playoff. Pensiamo ad Acireale e Noto qualche anno fa per arrivare agli esempi di Ragusa e Città di Messina la stagione scorsa. Da sempre, negli ultimi anni, il girone B di Eccellenza è stato in grado di sfornare le migliori squadre della categoria.