Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1112
VITTORIA - 01/03/2013
Sport - Pugilato: la kermesse dalle 20 al Palasport

Sfida tra pesi leggeri a Vittoria: Invernizio-Seres

Il pugile vittoriese in 35 incontri il ragazzo ha totalizzato ben 15 vittorie, 12 pareggi e 8 sconfitte Foto Corrierediragusa.it

Tutto pronto a Vittoria per il big match di pugilato (6x3 pesi leggeri) in programma sabato al «Palasport» (si comincia alle ore 20). A contendersi il successo finale sul ring, il talento vittoriese Ciccio Invernizio e l’atleta ungherese Nandor Seres (nella foto). E sarà proprio lui, il padrone di casa Francesco Invernizio, il principale protagonista dell’evento pugilistico finalmente giunto al «countdown»: "Sono abbastanza emozionato – spiega il giovane pugile ventunenne – giocare di fronte al proprio pubblico e contro un avversario difficile come Nandor non capita spesso. Ad ogni modo spero in un bel risultato finale, magari vincere e tenere il fiato per tutte e 6 le riprese. Si tratta di un incontro dal quale potrò trarre tanta esperienza".

Parliamo adesso dell’avversario; Nandor Seres, 28 anni, pugile ungherese di grande potenza capace di mettere alle strette persino il campione italiano «super piume» lo scorso dicembre 2012. "Arrivo al match – continua Invernizio – preparatissimo da questo punto di vista. Sono in pieno clima gara e non mi risparmio negli allenamenti. Nonostante il lavoro e i 30km di strada al giorno – per recarsi a Ragusa dove attualmente si allena insieme al suo maestro Emanuele Schininà – non rinuncio alla mia grande passione. Questo incontro significa già tanto per me – sottolinea il pugile vittoriese – spero di giocarmelo alla grande e fare bella figura".

Scintilla del pugilato scattata appena a 18 anni, quando per puro caso Ciccio Invernizio ha intrapreso la via della box: "Pratico questa disciplina sportiva da 3 anni; inizialmente mi sono iscritto in palestra soltanto per recuperare un po’ di forma e dimagrire. Poi la grande scoperta insieme al mio attuale maestro Emanuele, anche lui ex pugile e campione italiano dilettanti. Il rapporto con lui? In palestra è il mio maestro, fuori un grande amico, il feeling non è mai mancato. Che momento vive la box vittoriese? Ultimamente si è formato un bel gruppo di atleti interessati alla disciplina. Un bene per lo sport del pugilato locale. Gli obiettivi futuri? Crescere ed allenarmi ancora di più. Voglio arrivare il più lontano possibile e perché no tentare un giorno il titolo di campione italiano".

Infine abbiamo ascoltato anche il maestro Emanuele Schininà, insieme al quale Invernizio si allena quotidianamente da 3 anni a questa parte. "Francesco è un ragazzo con grandi qualità di tecnica e potenza, ma la sua grande dote giunge dalla costanza; mai un allenamento saltato e tanta voglia di migliorarsi ogni giorno. In questo momento ci alleniamo a Ragusa presso l’Accademia pugilistica ragusana, a Vittoria non abbiamo la struttura e da un lato ci danneggia. L’incontro di sabato? Sono sicuro che Tutto pronto a Vittoria per il big match di pugilato (6x3 pesi leggeri) in programma questo sabato al «Palasport» (si comincia alle ore 20). A contendersi il successo finale sul ring, il talento vittoriese Ciccio Invernizio e l’atleta ungherese Nandor Seres. E sarà proprio lui, il padrone di casa Francesco Invernizio, il principale protagonista dell’evento pugilistico finalmente giunto al «countdown»: "Sono abbastanza emozionato – spiega il giovane pugile ventunenne – giocare di fronte al proprio pubblico e contro un avversario difficile come Nandor non capita spesso. Ad ogni modo spero in un bel risultato finale, magari vincere e tenere il fiato per tutte e 6 le riprese. Si tratta di un incontro dal quale potrò trarre tanta esperienza".

Parliamo adesso dell’avversario; Nandor Seres, 28 anni, pugile ungherese di grande potenza capace di mettere alle strette persino il campione italiano «super piume» lo scorso dicembre 2012. "Arrivo al match – continua Invernizio – preparatissimo da questo punto di vista. Sono in pieno clima gara e non mi risparmio negli allenamenti. Nonostante il lavoro e i 30km di strada al giorno – per recarsi a Ragusa dove attualmente si allena insieme al suo maestro Emanuele Schininà – non rinuncio alla mia grande passione. Questo incontro significa già tanto per me – sottolinea il pugile vittoriese – spero di giocarmelo alla grande e fare bella figura".

Scintilla del pugilato scattata appena a 18 anni, quando per puro caso Ciccio Invernizio ha intrapreso la via della box: "Pratico questa disciplina sportiva da 3 anni; inizialmente mi sono iscritto in palestra soltanto per recuperare un po’ di forma e dimagrire. Poi la grande scoperta insieme al mio attuale maestro Emanuele, anche lui ex pugile e campione italiano dilettanti. Il rapporto con lui? In palestra è il mio maestro, fuori un grande amico, il feeling non è mai mancato. Che momento vive la box vittoriese? Ultimamente si è formato un bel gruppo di atleti interessati alla disciplina. Un bene per lo sport del pugilato locale. Gli obiettivi futuri? Crescere ed allenarmi ancora di più. Voglio arrivare il più lontano possibile e perché no tentare un giorno il titolo di campione italiano".

Infine abbiamo ascoltato anche il maestro Emanuele Schininà, insieme al quale Invernizio si allena quotidianamente da 3 anni a questa parte. "Francesco è un ragazzo con grandi qualità di tecnica e potenza, ma la sua grande dote giunge dalla costanza; mai un allenamento saltato e tanta voglia di migliorarsi ogni giorno. In questo momento ci alleniamo a Ragusa presso l’Accademia pugilistica ragusana, a Vittoria non abbiamo la struttura e da un lato ci danneggia. L’incontro di sabato? Sono sicuro che Francesco - ricordiamo in 35 incontri il ragazzo ha totalizzato ben 15 vittorie, 12 pareggi e 8 sconfitte - farà un grande match. L’ho visto abbastanza carico nelle ultime settimane, in clima adatto per una gara delicata. I margini di miglioramento sono notevolissimi, non appena avrà accumulato maggiore esperienza porterà a casa tanti altri risultati positivi".
I margini di miglioramento sono notevolissimi, non appena avrà accumulato maggiore esperienza porterà a casa tanti altri risultati positivi".