Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 384
VITTORIA - 19/02/2013
Sport - Calcio Eccellenza: dopo il mezzo passo falso di Misterbianco biancorossi in campo

Vittoria bracca l´Orlandina. Campanella vuole reazione contro R. Avola

Duro il tecnico biancorosso per la prestazione di sabato: "Troppi giocatori sono sembrati l’ombra di se stessi. Poca grinta, poco cuore, insomma, è stata una partita disastrosa che mi ha lasciato amareggiato e deluso"
Foto CorrierediRagusa.it

Vittoria in campo a 3 giorni dalla trasferta di Misterbianco. Il turno infrasettimanale di campionato (anticipo decretato per via delle elezioni Politiche di sabato e domenica) vedrà i biancorossi di Campanella opposti al Real Avola. Partita dal risultato fondamentale in chiave corsa al primo posto; dopo il pareggio di Misterbianco l´Orlandina si è riportata nuovamente a più 3 sul Vittoria consolidando il proprio primato. Quella con gli avolesi sarà la prima di una lunga serie di partite difficili (Avola, Tiger, Villafranca, Due Torri e Modica)

"Dobbiamo riscattarci – dice Giovanni Campanella tornato a parlare dopo la gara di Misterbianco – e lasciarci quanto prima alle spalle la partita di 3 giorni fa. Anche se parliamo di un punto guadagnato, non posso sottolineare la prestazione deludente della squadra. Troppi giocatori sono sembrati l’ombra di se stessi. Poca grinta, poco cuore, insomma, è stata una partita disastrosa che mi ha lasciato amareggiato e deluso".

Dichiarazioni senz´altro forti, dure nei confronti dei suoi giocatori a quanto pare inesistenti a Misterbianco. Magari il modo giusto per spronare un organico che in questo momento così delicato non può permettersi attimi di pausa. Ad ogni modo Campanella resta fiducioso per il continuo del campionato e la corsa al vertice: "A parte la brutta parentesi di domenica scorsa, nessuno di noi ha l’intenzione di mollare la presa e dare spazio agli avversari. Però va ricordato un fattore importante, e cioè quello che riguarda in particolare questa stessa squadra: non è stata costruita per lottare insieme alla capolista e saltare in serie D bensì per salvarsi. Se il Vittoria oggi si trova al secondo posto lo deve soltanto alla grande volontà del gruppo e alla coesione interna. Le qualità che finora ci hanno permesso di vincere e dare fastidio a chiunque. Pomeriggio contro l’Avola spero tanto di rivedere la mia squadra con la determinazione di sempre".

E´ successo sabato:
MISTERBIANCO-VITTORIA 1-1
Marcatori: 37´pt Incardona, 23´st Palazzolo su rigore

Vittoria: Vitale, Di Rosa, Bruno, Iapichino, Nobile, Citronella, Incardona, Bevilacqua, Rametta (20´st Giudice), Cocimano, Crisafulli (1´st Monteneri).
Arbitro: Di Giovanni di Brescia


Il Vittoria pareggia a Misterbianco (1-1) e si porta momentaneamente a pari punti con l´Orlandina. In attesa della gara di domani - messinesi impegnati con il San Gregorio - i biancorossi raggiungono la vetta della classifica a quota 44 punti. A Misterbianco è il Vittoria a passare per primo in vantaggio con il terzo gol in campionato di Salvatore Incardona, mentre a 20´ dal termine i padroni di casa trovano la rete del pari grazie ad un calcio di rigore. il fallo, commesso da Giudice in piena area, porterà al rosso diretto per il difensore oltre che al tiro dagli undici metri (niente da fare per Vitale).

Un pareggio che lascia dell´amaro in bocca alla formazione di Campanella non in grado di chiudere il match quando ancora possibile. Nella ripresa il Vittoria ha giocato in dieci uomini per l´espulsione del difensore Giudice, l´atleta che ha provocato il calcio di rigore in seguito a una mischia e che è stato espulso dall´arbitro.