Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1442
VITTORIA - 06/02/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: in gran forma Fabio d’Agosta, ancora una doppietta a Gela

Vittoria più che mai all´inseguimento della capolista Orlandina

Domenica partita verità al "Comunale" contro la Nuova Igea, con la capolista in traferta a Mazzarrà Foto Corrierediragusa.it

Vittoria ed il fattore «ripresa». Anche a Gela, contro un Atletico fanalino di coda in classifica, i biancorossi devono aspettare i secondi 45 minuti per chiudere definitivamente partita e porre fine alla resistenza dell’avversario. Questione di gambe? Mentalità? Può darsi, ciò che conta riguarda i punti totalizzati in classifica dalla squadra di Campanella proprio nella ripresa: ovvero quasi tutti i 40 presenti sul tabellone eccezion fatta per la trasferta di Rosolini (prima di ritorno) chiusa 3-0 nella prima frazione. Per dirla tutta, insomma, anche a Gela si è combinato poco o niente nel primo tempo – vantaggio giunto al 43’ su rigore - e per avere ragione in maniera definitiva di un Atletico Gela alla disperata ricerca di punti salvezza (di questo passo si prospetta sempre di più lo scenario della retrocessione) il Vittoria ha dovuto aspettare la seconda frazione di gioco quando in cattedra è salito ancora una volta Fabio D’Agosta.

Non bastasse la rete dell’1-0 siglata dal numero sette biancorosso (si procura e trasforma calcio di rigore) arriveranno prima il raddoppio (70’) e in seguito l’assist importante al compagno Incardona per il definitivo 3-1. Uno stato di forma veramente invidiabile e impossibile da arginare: ennesima doppietta del bomber locale in questo campionato e 19esimo gol in 21 partite. Il biglietto per la serie D – anche a titolo personale qualora il Vittoria non dovesse farcela come società – insomma è già stato pagato e sarebbe davvero un gran bel sogno (conoscendo le ambizioni del ragazzo) conquistare la quinta serie insieme alla sua squadra del cuore. Ma l’unica certezza attuale resta il campionato; lungo e insidioso, da lottare fino alla fine della 30esima giornata.

La classifica, nel frattempo, comincia a delinearsi sempre di più, con un’Orlandina (43) al comando (anche a Modica i 3 punti sono arrivati dopo il 90’) e distante appena tre lunghezze. Presto, prestissimo parlare di fuga a due, perché subito alle spalle dei biancorossi (40) c’è il Due Torri (37) seguito a ruota da Nuova Igea (36). La lotta ai playoff è apertissima se consideriamo anche i 34 punti di un Modica ancora alla finestra. Non a caso la sfida tra Vittoria e Nuova Igea arriva in un momento caldissimo della stagione: domenica al «Comunale». in contemporanea la capolista Orlandina andrà a giocare sul difficile campo del Mazzarà. E contro la Nuova Igea – scontro diretto in chiave promozione – Campanella dovrà rinunciare per squalifica al centravanti Rametta (per lui 2 turni di stop); in compenso rientrerà nel gruppo dei disponibili il portiere Vitale.