Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 893
VITTORIA - 27/03/2008
Sport - Calcio Coppa Italia

E´ sfumato il sogno del Vittoria:
con la Colligiana è finita 1 - 1

Dopo tante speranze i biancorossi si sono arenati alle semifinali Foto Corrierediragusa.it

VITTORIA - COLLIGIANA 1 - 1

VITTORIA (4-3-3): Saia 6; Esposito 5, Conti 5 (32’st Cortese 6), Favata 5 (35’st Misiti 6), Santonocito 5; Cangiano 5, Arena 5, Patti 5; Leone 5.5, Dalì 6, Garufi sv (10’pt Carrozza 5).
A disp: Cavone, Privitera, Incardona, Di Rosa. All. Laneri.

COLLIGIANA (4-4-2): Giusti 6; Conti 6, Lamonica 6.5, Bonini 6.5, Pobega 6.5; Bencistà 6, Corsi 6 (43’st Milianti sv), Laverone 6, Rojas 7 (38’st Guerrera sv), Bertolucci 6.5; Rigucci 6.5.
A disp: Arfe, Fontanelli, Schiraldi, Burchi, Casciaro. All. Bicchierai.

ARBITRO: sig. Pairetto di Nichelino

MARCATORI: Rojas 22’pt, Leone 45’st
NOTE: ammoniti Patti (V) Bertolucci (C)
Angoli: 6-3 per il Vittoria


Il Vittoria non passa. Si ferma alle semifinali il cammino dei biancorossi in coppa Italia. Sfortuna o distrazione, il gol del pari siglato da Leone prima del recupero è arrivato troppo tardi per la possibile rimonta. Ci si attendeva molto di più, invece, i ragazzi di Romano si sono arresi dopo appena 20’, quando Favata ci metteva del suo in occasione del vantaggio dei toscani.

Una papera madornale del difensore vittoriese consentiva a Rojas, il migliore in campo, di andarsene tutto solo a tu per tu con Saia e d’infilarlo all’angolino basso. La Colligiana, dal canto suo, attenta e ben disposta in campo ha amministrato il vantaggio per tutto il resto della gara subendo l’inutile pari su tapin di Leone ormai a tempo regolamentare scaduto. Il resto, a parte qualche lampo del solito Dalì, è stato da oratorio.

Ci si attendeva, anche, qualche minuto di gara in più da Garufi. Per lui nemmeno il tempo di sudare la maglia. Vittima dell’eterno stiramento al quadricipite è dovuto uscire dopo appena 10’ di gioco. Stesso problema per Favata uscito a seguire probabilmente per affaticamento muscolare. Forse, sarebbe stato meglio non rischiarli dato che tali acciacchi erano già ben noti sia al preparatore atletico del Vittoria che all’allenatore.

Invece, la stessa cosa è stata fatta con Mandarano in occasione del match con il Cosenza. L’attaccante biancorosso, ancora alle prese con dolori al ginocchio, era stato poi utilizzato nel finale di gara con conseguente ricaduta ai legamenti. Oggi è toccato a Garufi. Con il Siracusa è probabile che entrambi non siano della partita.

Da domenica, quindi, ci si rituffa in campionato dopo l’ultimo pari ottenuto dal Vittoria in terra campana contro la Turris. Ci sarà da riscattare la sconfitta col Siracusa nel derby d’andata. Domenica si giocherà al Comunale, con la speranza di vedere all’opera una squadra diversa e con un Di Piazza in più.

(Foto di repertorio di Franco Assenza)