Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1001
VITTORIA - 19/12/2012
Sport - Calcio: ai biancorossi la prima gara semifinale di Coppa Italia

Vittoria vince al 90° con gol di Crisafulli sul Tiger Brolo la prima di Coppa

Un rocambolesco gol di Crisafulli spezza l’equilibrio fra Vittoria e Tiger a 3 minuti dal termine. Senza Moring, Patti, Nobile e Citronella, largo ai giovani che se la cavano bene. Buon esordio di Rametta Foto Corrierediragusa.it

VITTORIA: Vitale, Iapichino, Incardona, Giudice, Di Rosa, Bruno, D’Agosta, (15’ st Bevilacqua), Sinito, Rametta (44’ st Gurrieri), Cocimano, Crisafulli. A disp. Fatuzzo, Morales, Macca, Monteneri, Guastella. All. Campanella.

TIGER BROLO: Fagone Pulice, Grippi, Aiello, Bontempo G., Parisi, Bontempo F., Saluto, Diop (25’ st Bravoco), Calabrese, Leone (19’ Dell’Orzo), Gaglio (36’ st Pallone). A disp. Caserta, Minciullo, Arasi. All. Bellinvia.

ARBITRO: Milana di Trapani

RETI: 45’ st Crisafulli


La gara d’andata della semifinale di Coppa Italia regionale sorride alla formazione biancorossa. Il Vittoria ha vinto quasi a tempo scaduto, ma ha meritato il successo contro il Tiger Brolo, soprattutto perché h messo in campo vinto la «linea verde» e gli ultimi arrivati. Senza la coppia centrale Nobile-Citronella, squalificati insieme a Patti e Moring, Campanella è costretto a mettere in campo i baby dell’ultima ora: Iapichino, Giudice e a inventarsi una «strana» coppia centrale formata da Bruno e Di Rosa, che tutti sanno centrale non essere. E la retrovia biancorossa, eccezion fatta per un «regalo» difensivo, per fortuna subito ricambiato dall’ex Ciccio Leone al 38’ del primo tempo, se l’è cavata egregiamente, considerato che nel reparto offensivo messinese giocavano attaccanti di scorza dura come Ciccio Leone e Tindaro Calabrese, due ex.

Test d’esordio positivo per Michele Rametta. Forse era l’attaccante che serviva al Vittoria. Corporatura autorevole, buon possesso di palla specialmente quando si trova con le spalle alla porta, pregevole per negli assist a D’Agosta, perfetto nelle girate al volo di prima intenzione. Tutto questo ha fatto vedere Rametta prima di lasciare il campo a Gurrieri; un minuto prima che il Vittoria segnasse in maniera rocambolesca il gol del successo d’andata.

La cronaca. Al 27’ una triangolazione D’Agosta-Rametta porta quest’ultimo in gol, ma l’arbitro ha fischiato per fuori gioco un secondo prima. Al 30’ Cocimano- Rametta- Crisafulli - Rametta, con bel diagonale fuori di poco. Al 38’ la difesa del Vittoria e Leone si vogliono bene: è uno scambio di regali. Leone si trova sul sinistro una palla da mettere dentro a porta vuota, ma la sfera va fuori.

Nella ripresa il Vittoria dorme per i primi 20 minuti, ma al 22’ Rametta dà all’ottimo Bevilacqua che s’allunga troppo la palla in area. Al 25’ ancora Rametta fa gridare al gol con una girata violenta al volo che finisce di poco alto sulla traversa. La partita sembra segnata, si attendono i minuti di recupero, Rametta lascia il campo e tutto l’onere d’attacco è sulle spalle dell’indomito Crisafulli. Ogni tanto la fortuna dà una mano ai biancorossi quando non ci crede più nessuno. Il tiro del laterale d’attacco timbra il palo, la palla ritorna in campo, sbatte sul corpo del portiere e poi su quello di Grippi, quindi si adagia lemme lemme in rete.