Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1040
VITTORIA - 19/10/2012
Sport - Calcio, Eccellenza: recuperati Nobile e Crisafulli, mancherà invece Giacomo Patti per squalifica

Con la N. Igea il Vittoria vuole fare un regalo al nuovo presidente Manoforte

La società vigile sul mercato per rafforzare la rosa di Campanella
Foto CorrierediRagusa.it

Rifinito il quadro dirigenziale dopo le dimissioni di Salvatore Barravecchia (squadra a Giovanni Manoforte, Luca e Danilo D´Agosta) il Vittoria torna al campionato e si prepara per la trasferta di Nuova Igea. Partita estremamente delicata: i messinesi non vivono un ottimo momento - soltanto 8 punti in 6 giornate - e proveranno a fare bottino pieno di fronte al pubblico di casa. Ma le buone notizie di marca biancorossa arrivano dal rientro in gruppo di Massimo Nobile e Marco Crisafulli.U In avanti, invece, chi rinuncia è Antonino Vasta (già fuori da diverse settimane) costretto a ritirarsi momentaneamente per motivi di carattere personale. Fuori anche Giacomo Pattti per squalifica.

"Siamo vigili sul mercato - fa sapere la società biancorossa - vedremo come rimpiazzare queste assenze importanti nel corso del prossimo mese" Riferimenti di mercato che si avvicinano sempre di più anche al centrocampista, tanto desiderato da Campanella, Carmelo Ciscardi; ex uomo della mediana vittoriese già due stagioni fa. Sarebbe il colpo giusto per il centrocampo del Vittoria data la mancanza di un uomo d´ordine.

"Non sarà facile - dice l´allenatore Campanella - giocare in terra messinese. La Nuova Igea è una squadra ben costruita e che in questo campionato ha degli obiettivi chiari. Ma noi siamo il Vittoria, una squadra che in questo avvio di campionato ha dimostrato ovunque di avere carattere e grinta da vendere. Andremo lì per giocarci la nostra partita come finora abbiamo sempre fatto".

E quella di domenica scorsa contro Gela potrebbe essere stata l’ultima partita in veste di difensore centrale di Fabio Citronella, anche lui vittoriese doc e che insieme all’altro Fabio – D’Agosta – sta trascinando i colori biancorossi alla ribalta dell’Eccellenza. Nessuno si aspettava un Citronella così determinate dopo diversi anni di inattività e lontano dal proprio ruolo naturale (esterno di centrocampo).

"Se devo essere sincero – dice - non me lo aspettavo anch’io. Ho giocato 6 partite adattandomi bene in un ruolo del tutto nuovo. Darmi un voto? Allora dico 6 pieno. La sufficienza ci può stare senza presunzioni. Il sogno? Giocare un bel campionato sia dal punto di vista personale che di gruppo. Siamo una squadra in gamba, con dei giocatori giovani e un D’Agosta che può farci compiere il salto di qualità. Al di là dell’amicizia personale e che ci lega fuori dal campo, conosco Fabio molto bene. Il suo avvio non mi stupisce. E’ un giocatore abituato a questi tipi di rendimenti".