Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1341
VITTORIA - 15/10/2012
Sport - Volley, B2: alle vittoriesi solo un set contro il forte sestetto tirrenico

Esordio amaro per il Kamarina Vittoria, sconfitta dal Cefalù

Costretta ad uscire per infortunio dopo il primo set la palleggiatrice Martina Annaro

Kamarina Vittoria - Costa Verde Cefalù 1 - 3
Parziali : 20-25, 25-20, 14-25, 22-25

KAMARINA: Guastella 11, Giallongo 13, Cianflone 6, Annaro 1, Di Emanuele 9, Polito 9, Koritarova, Timpanaro, Frasca, Elia, La Rocca. All. Gianni Azzara

COSTA VERDE CEFALU’: Menardo 8, Valente 8, Lentini 9, Angelova 6, Escher 22, Casale 16, Pitarresi 1. All. Giovanni Savasta

ARBITRI: Bongiovanni e Gaspanello di Siracusa


Non comincia nel migliore dei modi il campionato nazionale di serie B2 per la Kamarina Vittoria del presidente Elio Murgana. Al cospetto di una formazione più esperta e quotata come Cefalù, le ragazze vittoriesi allenate da Gianni Azzara sono costrette ad arrendersi nonostante un secondo set vinto meritatamente e in rimonta. Ma sull’ 1-1 a prevalere è la reazione degli ospiti, spinti fortemente dai punti firmati Escher, Casale e Lentini. Tutto sommato la sconfitta delle locali – la Kamarina si presenta in questo campionato come matricola del girone – ha delle attenuanti di non poco conto.

La più decisiva riguarda l’infortunio della palleggiatrice Martina Annaro durante il primo set, la quale sarà costretta successivamente ad abbandonare il parquet di gioco per via di un risentimento al ginocchio (distrazione collaterale). In seconda analisi da sottolineare la mancanza di una vera e propria panchina a disposizione del tecnico di Pedalino.

«Speriamo di recuperare quanto prima la nostra palleggiatrice – afferma Gianni Azzara – il suo infortunio non ci voleva». Poi si sofferma sulla gara: «I troppi errori hanno reso alla fine la differenza. Mi dispiace perdere in questa maniera, in ogni caso era la nostra prima gara in un contesto del genere e di altissimo livello. Prima dell’inizio abbiamo disputato soltanto un’amichevole a Gela, quindi c’è ancora molto da collaudare. Rimango fiducioso».